Fisarmonica classica – Corso preaccademico

Programma dell’esame di ammissione

Primo livello: prove attitudinali e programma libero per candidati già in grado di sostenere un’esecuzione con lo strumento;
Secondo livello: programma esame finale I livello;
Terzo livello: programma esame finale II livello.

Programma esame certificazione I livello

1)Esecuzione a mani unite delle scale (a note singole) maggiori-minori e della scala cromatica per moto retto nell’ambitus di due ottave. Sistema tastiera destra “a pianoforte” e tastiera sinistra “per quinte” Le scale di Ivano Battiston ed. Berben. Sistema tastiera destra “a pianoforte” e tastiera sinistra “per terze minori (cromatico)” Le scale per fisarmonica di Paolo Vignani e Mario Milani ed. Rugginenti. Sistema tastiera destra “a bottoni C-griff” e tastiera sinistra “per terze minori (cromatico)” Tecnica I di Claudio Jacomucci ed. Bérben;

2)Esecuzione a mani unite degli arpeggi: triadi maggiori-minori, settima dominante e settima diminuita per fisarmonica a note singole. Sistema tastiera destra “a pianoforte” e tastiera sinistra “per quinte” Gli arpeggi di Ivano Paterno ed. Bérben. Sistema tastiera destra “a pianoforte” e tastiera sinistra “per terze minori (cromatico)” Accordi e arpeggi di Paolo Vignani e Mario Milani ed. Rugginenti. Sistema tastiera destra “a bottoni C-griff” e tastiera sinistra “per terze minori (cromatico)” Scale e arpeggi di Mirko Ferrarini ed. www.ilmiolibro.kataweb.it

3)Esecuzione di 1 studio (a bassi standard) estratto tra i 3 presentati dal candidato scelti ognuno dalle seguenti raccolte: 1 studio scelto dal n. 179 al n. 203 tratto dal Metodo per fisarmonica volume I di E. Cambieri, F. Fugazza, V. Melocchi, ed. Bérben; 1 studio scelto dal n. 1 al n. 5 tratto da Quadretti Armoniosi per fisarmonica di V. Melocchi, ed. Bérben; 1 studio scelto; 1 studio scelto dal n. 1 al n. 6 tratto da I Successi di Pierino di F. Fugazza, ed. Bèrben.

4)Esecuzione di 1 studio (a note singole) estratto tra i 3 studi presentati dal candidato e scelti ognuno dalle seguenti raccolte: 1 brano scelto da Lilliput III (dal n° 1 al n° 16) proprietà dell’autore, 1 brano scelto da Mikrokosmos Vol. 2 (dal n° 57 al n° 64) di B. Bartók ed. Boosey Hawkes, 1 brano scelto da Children’s song di Chock Corea (dal n° 1 al n° 7) ed. Schott.

5)Esecuzione di 1 brano (a note singole) estratto tra i 3 studi presentati dal candidato e scelti ognuno dalle seguenti raccolte: 1 brano scelto da Klavierbüchlein für Anna Magdalena Bach, esclusi i corali, adattamento di Paterno (ed. Bérben), 1 brano scelto da Piccoli preludi e fughette, da Antologia I adattamento di S. Di Gesualdo (ed.Bérben) 1 brano scelto da Hallo Haydn, adattamento di Roberto Caberlotto (ed. Bérben).

6)Esecuzione di 1 una composizione originale per fisarmonica (a bassi standard) tratta dalle seguenti: Danza di fantasmi (Felice Fugazza), Corale Variato (L. Ferrari Trecate), Echi della Versilia, Hellzapopping, Il Presepe (L. Fancelli), Concertino in re minore (Adamo Volpi), A tutto gas (colme Beltrami), Beriwaltz (R. Galliano) o altre composizioni di analoga difficoltà.

7)Esecuzione di 1 di una composizione originale per fisarmonica (a note singole) tratta dalle seguenti: A. Abbott: Nostalgies (tutti), A. Abbott: Pour Pierre (almeno 3 brani), F. Dobler: Mosaic (almeno 2 brani), P.M. Dubois: A la Tuilerie (almeno 3 brani), A. Hovhaness: Suite (tutti), W. Jacobi: Zehn polyphone stücke nach spanischen Volksliedern (almeno 2 brani) G. Katzer: Für Knöpfe II (almeno 2 brani), T. Lundquist: Microscope (almeno 3 brani), T. Lundquist: Plasticity, J. Novak: Rondini (almeno 2 brani), J. Takacs: Für Mich (almeno 4 brani) o altre composizioni di analoga difficoltà.

8)Esecuzione di 1 brano di qualsiasi stile ma di pari livello al corso, adattato con la tecnica della sovrapposizione degli accordi pre-composti M,m,7,dim, per ottenere armonie più complesse nella tastiera sinistra dei bassi standard. Uso del metodo Evoluzione e Metamorfosi di un accordo precostituito di Massimo Signorini e Mauro Grossi ed. Il Campano.

9)Lettura a prima vista di un brano scelto dalla commissione.

10)Presentazione e discussione di una tesina dove il candidato deve dimostrare di conoscere l’organologia della fisarmonica (storia, caratteristiche acustiche e meccaniche, tecniche costruttive) e gli strumenti ad ancia libera suoi parenti.

Programma esame certificazione II livello

1)Esecuzione a mani unite delle scale (a note singole) maggiori-minori e della scala cromatica per moto contrario nell’ambitus di due ottave. Sistema tastiera destra “a pianoforte” e tastiera sinistra “per quinte” Le scale di Ivano Battiston ed. Berben. Sistema tastiera destra “a pianoforte” e tastiera sinistra “per terze minori (cromatico)” Le scale per fisarmonica di Paolo Vignani e Mario Milani ed. Rugginenti. Sistema tastiera destra “a bottoni C-griff” e tastiera sinistra “per terze minori (cromatico)” Tecnica I di Claudio Jacomucci ed. Bérben. Esecuzione a mani unite degli arpeggi: triadi maggiori-minori, settima dominante e settima diminuita per fisarmonica a note singole. Sistema tastiera destra “a pianoforte” e tastiera sinistra “per quinte” Gli arpeggi di Ivano Paterno ed. Bérben. Sistema tastiera destra “a pianoforte” e tastiera sinistra “per terze minori (cromatico)” Accordi e arpeggi di Paolo Vignani e Mario Milani ed. Rugginenti. Sistema tastiera destra “a bottoni C-griff” e tastiera sinistra “per terze minori (cromatico)” Scale e arpeggi di Mirko Ferrarini ed. www.ilmiolibro.kataweb.it

2)Esecuzione di 1 studio francese a bassi standard estratto tra i tre presentati dal candidato da: A. D’Auberge: Artist Etudes di A. D’Auberge ed. Accordion Music Publishing

3)Esecuzione di 1 studio italo-americano a bassi standard estratto tra i tre presentati dal candidato da: Finger Dexterity di P. Deiro ed. Berbén.

4)Esecuzione di 1 studio tedesco a bassi standard estratto tra i tre presentati dal candidato da: Gradus ad parnassum 1 di AA.VV ed. R. Wuerthner.

5)Esecuzione di 1 Invenzione a due voci di J.S. Bach estratta tra le due presentate dal candidato. (BWV 772 – 786)

6)Esecuzione di 1 Invenzioni a tre voci (sinfonie) di J.S. Bach estratta tra le due presentate dal candidato (BWV 787 – 801)

7)Esecuzione di 1 brano originale per fisarmonica a bassi singoli tratti dai seguenti: A. Abbott: Cantilene, F. Alfano: Nenia (revisione di Gesualdo), T. Aubin: Innocente Irlandaise, I. Battiston: Due aforismi, P. Creston: Invention I e II (tutte), D. De la Motte: Zehn schwere leichte stucke (almeno 5 brani), S. di Gesualdo: Otto Imitazioni (tutte), K. Huber: Il pleut des fleurs, W. Jacobi: Acht vortragstucke (almeno 4 brani), W. Jacobi: Jota, W. Jacobi: Konzertrondo, T. Lundquist: Neun zweistimmige Inventionen (almeno 4 brani), T. Lundquist: Lappri, H. Noth: Sechs momente, H. Noth: Aisthanomai, J. Padros: Variationen, V. Zolotarev: Monastero di Firaponte, R. Galliano: Trois images una delle Six Children’s Suites o altra composizione di analoga difficoltà.

8)Esecuzione di 1 brano originale per fisarmonica a bassi standard tratti dai seguenti: Iridiscent rondò (H. Cowell), Introduzione fuga (F. Fugazza) Valzer in La maggiore, Studio in Si minore, (Adamo Volpi), Leggenda eroica (Vittorio Melocchi), Studio sinfonico n° 2 (W. Heetfeld), Stranezze, Pupazzetti, Temi da concerto, Acqurelli cubani, 10 km al finestrino (L. Fancelli), Pantomima umoristica (L. Ferrari Trecate), Ouverture Italiana (L. Liviabella), Holiday for accordion (W. Beltrami), Take 10 (W. Beltrami) o altre composizioni di analoga difficoltà.

9)Colloquio su 1 brano preventivamente studiato per fisarmonica dal candidato e suonato in sede di esame, riguardante l’adattamento, la trascrizione o la composizione di 1 brano di qualsiasi stile ma di pari livello al corso, con la tecnica della sovrapposizione degli accordi pre-composti M,m,7,dim, al fine di soddisfare le siglature armoniche presenti nel testo originale. Uso del metodo Evoluzione e Metamorfosi di un accordo precostituito di 4 Massimo Signorini e Mauro Grossi ed. Il Campano.

10Colloquio su 1 brano preventivamente studiato per fisarmonica dal candidato e suonato in sede di esame, riguardante l’adattamento, la trascrizione o la composizione di 1 brano tratto dalla letteratura clavicembalistica italiana e possibilmente dei seguenti autori: F. Gasparini, M.A. Rossi, G.M. Rutini. B. Pasquini, M. Vento, B. Galuppi, D. Zipoli, F. Turini, G.B. Martini, B. Marcello, G.B. Pescetti, D. Cimarosa, G. Picchi, G. Cavazzoni, A. Banchieri, G. M. Trabaci, G. Grieco, C.F. Pollaroli. G. B Grazioli, P.D. Paradisi,

11)Presentazione e discussione di una tesina dove il candidato deve dimostrare di conoscere la letteratura originale per fisarmonica e la sua intepretazione.

Programma esame certificazione III livello

1)Esecuzione a mani unite delle scale (a note singole) maggiori-minori per terze e seste e della scala cromatica per terze minori, terze maggiori, per seste minori e seste maggiori nell’ambitus di due ottave. Sistema tastiera destra “a pianoforte” e tastiera sinistra “per quinte” Le scale di Ivano Battiston ed. Berben. Sistema tastiera destra “a pianoforte” e tastiera sinistra “per terze minori (cromatico)” Le scale per fisarmonica di Paolo Vignani e Mario Milani ed. Rugginenti. Sistema tastiera destra “a bottoni C-griff” e tastiera sinistra “per terze minori (cromatico)” Tecnica I di Claudio Jacomucci ed. Bérben. Esecuzione a mani unite degli arpeggi: triadi maggiori-minori, settima dominante e settima diminuita per fisarmonica a note singole. Sistema tastiera destra “a pianoforte” e tastiera sinistra “per quinte” Gli arpeggi di Ivano Paterno ed. Bérben. Sistema tastiera destra “a pianoforte” e tastiera sinistra “per terze minori (cromatico)” Accordi e arpeggi di Paolo Vignani e Mario Milani ed. Rugginenti. Sistema tastiera destra “a bottoni C-griff” e tastiera sinistra “per terze minori (cromatico)” Scale e arpeggi di Mirko Ferrarini ed. ilmiolibro.kataweb.it

2)Esecuzione di uno studio ritmico-dinamico per l’articolazione del mantice (bellows shake e Ricochet a duine, terzine e quartine) originale per fisarmonica scelto in collaborazione con il docente.

3)Esecuzione di almeno 4 danze tratte da una Suite Inglese (BWV 806-811) o da una Suite Francese (BWV 812-817) di J.S. Bach.

4)Esecuzione dell’Aria e di almeno 6 variazioni tratte dalle Variazioni Goldberg (BWV 988).

5)Esecuzione di 1 Preludio-corale tratto dalla raccolta Orgelbüchlein (BWV 599-644).

6)Esecuzione di 1 Preludio e Fuga tratto dal Clavicembalo ben temperato di J.S. Bach (dal I libro BWV 870 – 893 o dal 2°libro BWV 846 – 869).

7)Esecuzione di 1 brano tratto dalla letteratura da tasto possibilmente dei seguenti autori: A. Scarlatti, D. Scarlatti, P.A. Soler, A. De Cabezon, J. Pachelbel, F. Couperin, A. Gabrieli, G. Gabrieli, J. Pachelbel, G. Frescobaldi, J.P. Rameau, G.F. Haendel, , C. Merulo, W. Byrd, J.P. Schulthesius, J. P. Rameau

8)Esecuzione di 1 brano originale per fisarmonica tratti possibilmente dai seguenti: A. Abbott: Jeu de septiemes. N. Bartow: Three characteristic dances, I. Battiston: Tango I, II, III, IV (almenodue), B. Bettinelli: Improvviso, C. Boncompagni: Due pezzi brevi, S. di Gesualdo: Improvvisazione n° 1, F. Donatoni: Feria IV, J. Feld: Preludio e Fuga, P. Fiala: Aphorisms, L. Foss: Curriculum vitae, J. Ganzer: Phantasie 84, G. Grisey: Passacaille, T. Hosokawa: Melodia, W. Jacobi: Capriccio, W. Jacobi: Divertissement, W. Jacobi: Sarabande und Allegro, L. Kayser: Arabesques (almeno tre brani), L. Kayser: Confetti (almeno tre brani), E. Krenek: Acco Music, T. Lundquist: Metamorphoses, T. Lundquist: Assoziationen, T. Lundquist: Partita piccola, J. Matys: Preludium a variace, A. Nordheim: Flashing, J. Padros: Trama concentrica, J. Padros: Trilogia breve, G. Regondi: Tre valzer (almeno 2), U. Rojko: Tanghi (uno a scelta), P. Rovsing Olsen: Without a Title, H. Sauguet: Choral varie, O. Schmidt: Toccata n° 1, O. Schmidt: Toccata n° 2, S. Sciarrino: Vagabonde blu, V. Zolotarev: Ispaniada, V. Zolotarev: Suite da camera, V. Zolotarev: Sonata n° 2, V. 5 Zolotarev: Toccata, V. Zolotarev: Kammersuite o altre composizioni di analoga difficoltà.

9)Esecuzione di una composizione originale per fisarmonica di autore italiano contemporaneo, di difficoltà pertinente al corso, la cui data di composizione non sia anteriore di 15 anni all’anno accademico nel corso del quale viene effettuato l’esame.

10)Esecuzione di una composizione originale per fisarmonica e supporto elettronico di difficoltà pertinente al corso.

11)Colloquio su 1 brano preventivamente studiato per fisarmonica dal candidato e suonato in sede di esame, riguardante l’adattamento, la trascrizione o la composizione di 1 brano di qualsiasi stile ma di pari livello al corso, con la tecnica della sovrapposizione degli accordi pre-composti M,m,7,dim, al fine di soddisfare le reali complesse armonie presenti del testo originale. Uso del metodo Evoluzione e Metamorfosi di un accordo precostituito di Massimo Signorini e Mauro Grossi ed. Il Campano. Brani suggeriti:

12)Tesi scritta presentata dal candidato su un tema riguardante la semiografia della fisarmonica da concerto.