Arpa – Corso preaccademico

Esame di ammissione: programma libero a scelta del candidato.

Obiettivi formativi:
conoscere i principali elementi organologici dello strumento, saper controllare l’emotività durante l’esecuzione musicale in maniera adeguata al livello, acquisire elementi fondamentali di tecnica strumentale, acquisire tecniche di lettura della notazione musicale con lo strumento, saper eseguire facili brani del repertorio di riferimento, conoscere la struttura fisica e meccanica dello strumento, le tecniche di accordatura e di sostituzione delle corde.

Metodi e repertori di riferimento
GROSSI, Metodo per arpa GROSSI, Studi del I e II grado del Metodo GROSSI, Esercizi tecnici giornalieri KASTNER, Studi senza pedali BOSIO, Io suono l’arpa (Metodo) ANDRES, Marelle, Ribambelle, Charade SALZEDO, Tiny Tales for harpist beginners WATKINS, Complet Metod for the harp BOCHSA, 40 Studi facili op. 38 (vol. I e II) BOCHSA, 25 Studi op. 62 SCHUECKER, Scuola dell’arpista op. 18 (vol. I e II) CONCONE, 30 studi progressivi op. 26 (vol. I) NADERMANN, 7 Sonatine progressive (dalla n. 1 alla n. 4) POZZOLI, 30 Studi di media difficoltà FROJO, Esercizi tecnici per rendere le dita agili RENIÉ, Metodo [Brani di facile e media difficoltà (inizialmente senza l’uso di pedali e solo a due e tre dita)di autori vari dai clavicembalisti al Novecento]

Programma esame di certificazione I livello
1)Due studi scelti da: E. Pozzoli “Studi di media difficoltà”, C.N.Bochsa “25 Studi, op.62”, L.Concone “30 Studi Progressivi”, Naderman-Schuecker “Etudes et Prèludes”, o altri di pari livello;
2)Un programma della durata di 15-20 minuti che comprenda una Sonatina di F.J.Naderman e un Preludio di Carlos Salzedo (15 preludi contenuti nel Metodo, tra i quali Chanson dans la nuit) e composizioni di autori e periodi diversi (originali o/e trascrizioni);
3)Breve presentazione storico-biografica dei brani eseguiti.

Obiettivi formativi:
conoscere la storia e la letteratura dello strumento, acquisire un adeguato equilibrio psicofisico nell’esecuzione musicale, acquisire un’adeguata tecnica strumentale per l’esecuzione di studi e brani dal repertorio di riferimento, saper applicare tecniche fondamentali di memorizzazione, di lettura estemporanea e trasporto con lo strumento, acquisire metodologie di studio finalizzate alla soluzione di problemi tecnici ed interpretativi.

Metodi e repertori di riferimento:
BOCHSA, 50 Studi op. 34 (vol. I e II) CONCONE, 30 Studi progressivi op. 26 (vol. II) THOMAS, 12 Studi (vol. I e II) POSSE, 6 Kleine Etuden GODEFROID, Studi melodici SCHUECKER, op. 18 (vol. III) NADERMANN, 7 Sonatine progressive (dalla n. 5 alla n. 7) [Brani di media difficoltà tratti dal repertorio clavicembalistico francese (HASSELMAN, RENIÉ, TOURNIER, GRANDJANY, ANDRES, ECC.), dal repertorio del 1800 e del 1900 tra cui Tema e Variazioni di TOURNIER] [Passi d’orchestra tra cui “soli” importanti del repertorio lirico-sinfonico]

Programma esame di certificazione II livello:
1)Due studi scelti da: C.N.Bochsa “50 Studi op.34”, T.Labarre “Grandi Studi per arpa”, J.Thomas “12 Studi”, W.Posse “6 piccoli studi”, F.Godefroid “Studi Melodici”, J.M.Damase “12 Studi” o altri di pari livello;
2)Un programma della durata di 20-25 minuti di autori e periodi diversi che potrà comprendere una o alcune delle seguenti composizioni che si elencano per dare un’idea del livello richiesto: una Sonata di Ph. J.Meyer, o di J.B.Krumpholtz,o J.L.Dussek, o Backofen,o altro brano del periodo classico; un brano di media difficoltà di H.Reniè (Promenade Matinale) , A.Hasselmans (Chanson de Mai,La Source) F.Godefroid (La harpe Eolienne), E. Parish-Alvars (Romanze), J.Thomas (L’addio del Menestrello); un brano di media difficoltà di C.Salzedo (Tango,Quietude,Preludes Intimes,Fraicheur), M.Tournier (Berceuse Russe, Quatre Preludès Berceuse),M.Grandjany(Preludes), J.Ibert (Scherzettino), S.Prokofiev (Preludio), A.Khatchaturian (Danse Orientale), B.Andrès (Epices) o altro repertorio di pari livello, originali o/e trascrizioni);
3)Breve presentazione storico-biografica dei brani eseguiti.

Obiettivi formativi:
ampliare la conoscenza della storia e della letteratura dello strumento, consolidare l’acquisizione di uno specifico equilibrio psicofisico nei vari contesti dell’esecuzione musicale, saper eseguire con abilità tecnica e consapevolezza interpretativa composizioni di media difficoltà, consolidare l’acquisizione di tecniche di memorizzazione, di lettura estemporanea e di trasporto con lo strumento, consolidare metodologie e autonomia di studio finalizzate alla soluzione di problemi tecnici ed interpretativi, saper apprendere ed eseguire un brano in un tempo prestabilito.

Metodi e repertori di riferimento:
DIZI, 48 Studi (vol. I e II) BOCHSA, 20 Studi (vol. I e II) SALZEDO, Modern Studies [Brani del più importante repertorio per arpa, partendo dai clavicembalisti, percorrendo tutto il Settecento, l’Ottocento, il Novecento, fino ai giorni nostri] [Passi d’orchestra e “soli” importanti del repertorio lirico-sinfonico]

Programma esame di certificazione III livello
1)Due studi scelti da: N.C.Bochsa “20 Studi in due Suites”, F.J.Dizi “48 Studi”, J.M.Damase “30 Etudes” vol.1 e 2 , o altri di pari livello;
2)Un programma della durata di 30-35 minuti che potrà comprendere una o alcune delle seguenti composizioni: Sonate di J.B.Cardon, M.P.Dalvimare, C.Hochbrucker, F.Petrini, S.Corri, G.Rossini; M.Glinka (Nocturne,Variazioni su un tema di Mozart), R.Glière (Impromptu), A.Hasselmans (Gitana, Mazurka, Follets), F.Godefroid (Studio da Concerto), M.Tournier (Au Matin”, 1°Image, Vers la source dans le bois), M.Grandjany (Fantasie sur un Theme de Haydn, Arabesque), C.Salzedo(Rumba, Lamentation, Introspection, Whirlwind), J.Ibert (Ballade), M.Flothuis (Pour le Tombeau d’Orphèe), G.Guerra (Apunte Betico),V.Mortari (Sonatina Prodigio), D.Watkins (Suite), S.Natra (Prayer,Sonatina), B.Andrès (Duke) o altro repertorio di pari livello (brani originali o trascrizioni);
3)Lettura a prima vista di un facile brano;
4)Breve presentazione storico-biografica dei brani eseguiti;
5)Colloquio di carattere musicale, generale e motivazionale;
6)Verifica dei requisiti curriculari.