Stagione OPEN

BOCCHERINI OPEN 2018

Più di ottanta manifestazioni, fra concerti, masterclasses, conferenze e seminari, caratterizzeranno la stagione OPEN 2018: un numero mai raggiunto in passato, un cartellone ricchissimo, con alcuni eventi che si segnalano per la loro eccezionalità. Su tutti, la presenza, nell’ambito del Guitar Festival, di Leo Brower, fra i più grandi e noti compositori contemporanei: ne verrà eseguita l’integrale delle opere per chitarra (la Maratona Brower), mentre la nostra orchestra gli dedicherà un intero concerto. Molti altri sono gli artisti di rilievo internazionale che ospiteremo (Andrea Lucchesini, Franco Petracchi, Alberto Nosè, Gábor Tarkövi, per citarne solo alcuni, ma l’elenco è molto lungo).

Non mancheranno i richiami, con pagine pianistiche e orchestrali, al centenario della morte del compositore che forse più di altri ha indicato una strada nuova fra il XIX e il XX secolo: Claude Debussy. Così come non mancheranno seminari e conferenze che abbracceranno un ampio ventaglio di argomenti, nell’intento di avvicinare al cuore della musica un numero sempre maggiore di musicisti e di appassionati.

Mi piace però anche sottolineare una novità di questa nostra programmazione. Una buona parte delle performances dei nostri migliori studenti sarà dislocata sul territorio. Quattro concerti-aperitivo avranno luogo al teatro di San Girolamo, grazie alla collaborazione con il Teatro del Giglio, quattro concerti formeranno la Stagione cameristica di Primavera del Comune di Camaiore (presso il Teatro dell’Olivo), altri quattro concerti si terranno alla Villa Borbone di Viareggio, grazie alla collaborazione con l’Associazione Promo-Terr, e infine un concerto animerà il cartellone del Museo della Marineria di Viareggio. Offriamo così ai nostri giovani artisti la possibilità di confrontarsi con situazioni performative diverse rispetto ai luoghi ad essi più familiari, nell’ottica di una loro crescita professionale.

Una stagione così ricca e impegnativa è resa possibile grazie alla collaborazione di tutto il corpo docente dell’Istituto – attivo sia nella programmazione che nella produzione degli eventi – e alla dedizione di uno staff tecnico infaticabile che prende in carico materialmente l’organizzazione del cartellone. A tutti loro va il mio sincero e caloroso ringraziamento. Oltre alle associazioni e agli enti citati, ricordo la collaborazione con l’Associazione Musicale Lucchese, l’Associazione Europea Danza, il Centro Studi “L. Boccherini”, cui quest’anno si aggiunge la prestigiosa Accademia Lucchese di Scienze, Lettere ed Arti.

Ricordo infine che senza il sostegno del Comune di Lucca, della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e della Fondazione Banca del Monte di Lucca, che credono nel nostro lavoro e nella centralità della nostra Istituzione nella vita musicale e culturale della città e del territorio, queste nostre attività, gratuite e aperte a tutti, non sarebbero possibili.

Il Direttore M° Fabrizio Papi