Corpo Docenti

foto-papeschiNata a Firenze ha studiato Arpa con la  Prof.ssa Elisabetta Rossi presso il Conservatorio L.Cherubini di Firenze dove si è diplomata  col massimo dei voti nel ‘91. Nel giugno 1996 ha conseguito il diploma del corso  di perfezionamento di Arpa presso l’Accademia Nazionale di S. Cecilia in Roma. Ha seguito corsi di perfezionamento in Italia e all’Estero con i Maestri J. Liber, S. Mildonian, F. Pierre, D. Watkins, E. Degli Esposti. 2° premio  al Concorso “Città di Asti”(‘91), ha vinto numerosi primi premi in diversi Concorsi quali: 3° Conc. Internaz. di Musica “Città di Tortona (93)”, IX° Conc. Naz. di Esecuz. Musicale “Franz Schubert” (Tagliolo Monferrato, 95), “V Concorso Nazionale Giovani Musicisti” di Montescudo, IV Concorso Musicale Internazionale “Riviera del Conero” (96). Per la stagione 1999/2000 ha ricoperto il ruolo di Solo Harfenistin presso i Dusserdorfer Synphoniker Deutsch Oper am Reihn (Duesseldorf-Germania). E’ stata 1° Arpa dell’Orchestra “Città Lirica” (Pi,Lu,Li,Torre del Lago Puccini Festival). 1° Arpa stabile presso l’Orchestra della Fondazione Teatro “C.Felice” di Genova dal 2001, Ha collaborato e collabora come 1° arpa con la Fondazione Arena di Verona , l’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI di Torino, Il “Teatrro Bellini” di Catania, l’Orchestra Sinfonica dell’Emilia Romagna “A. Toscanini” , l’Orchestra del “Teatro alla Scala” di Milano, l’Orchestra Filarmonica della Scala di Milano e il Teatro Comunale di Bologna. Svolge intensa attività concertistica come solista e in varie formazioni cameristiche anche con i solisti del Teatro Carlo Felice di Genova e dal 1995 al 2005 ha fatto parte del gruppo strumentale “Nuovo Contrappunto” formatosi nell’ambito del Laboratorio di musica contemporanea presso la Scuola di Musica di Fiesole coordinato dal M° Mario Ancillotti. Da tempo si dedica all’arpa celtica e alla cultura tradizionale irlandese. Ha insegnato Arpa presso i Conservatori Statali di Musica di Messina, Potenza e Sassari. Attualmente è docente di Arpa presso l’Istituto Musicale Pareggiato “L. Boccherini” di Lucca.

Ha conseguito il Diploma di laurea presso l’Università degli studi di Firenze con il massimo dei voti e la lode, discutendo  una tesi in Estetica dal titolo ”Referenziale” e ”Emotivo” nel The meaning of meaning di C. K. Ogden e I.A. Richards. Una dicotomia di notevole interesse per l’estetica. Ha studiato i fondamenti dell’arte mimica con L. Kemp, M. Marceau e Y. Lebreton e ha approfondito la formazione registica presso i Corsi internazionali di regia, scenografia e costumi del teatro musicale contemporaneo tenuti da Virginio Puecher e Cathy Berberian (Centro Busoni-Empoli ). È stata assistente alla regia di Franco Enriquez, Virginio Puecher e Aldo Trionfo e collaboratrice per vari anni di Sylvano Bussotti, al quale ha dedicato il volume: Dopo il melodramma. Il teatro lirico di Sylvano Bussotti, ETS, Pisa 2009. Ha lavorato in produzioni liriche presso i più importanti enti e festivals italiani- dalla Scala di Milano al Comunale di Firenze, dal Massimo di Palermo al Pucciniano di Torre del Lago- e scritto testi per il teatro musicale. L’Orchestra Doremì, una sua opera per l’infanzia su musiche di Gaetano Giani-Luporini, della quale ha curato la regia, è andata in scena per il 46° Maggio musicale fiorentino, Teatro della Pergola. È docente titolare della cattedra di Arte Scenica presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali L. Boccherini di Lucca, dove ha sperimentato un particolare Metodo Mimico Lirico dedicato alla recitazione e alla regia del teatro in musica. È  inoltre docente di Drammaturgia musicale al Master in direzione artistica e management musicale-Lucca. Ha insegnato presso il Master in Artiterapie a orientamento psicofisiologico di Roma. Parallelamente all’attività teatrale e didattica scrive e svolge ricerca nell’ambito dell’antropologia filosofica e dell’ estetica,  pubblicando in volumi collettanei e riviste ( Il mestiere di storico, Interculture, Servitium, Vita Monastica, Mediterraneo, Il Grande Vetro, La Scrittura, La linea dell’occhio, Sipario, Il tetto..).È  stata ospite, come relatore o docente, presso Università, Accademie ed enti culturali tra i quali: Accademia di Alto Perfezionamento per cantanti lirici del repertorio pucciniano- Torre del Lago Puccini, Università di Genova-Facoltà di Scienze della formazione, Università di Siena-Facoltà di Lettere e Filosofia, Università di Firenze-Dipartimento di Filosofia, Universitad Autónoma del Estado de Morelos, Universitad La Salle-Cuernavaca, Istituto filosofico di studi tomistici-Modena, Istituto Italiano di Cultura-Monaco di Baviera, Università di Pisa, Centro Culturale Philo-Milano, Libera Università dell’autobiografia-Anghiari. Già membro dell’Associazione Nazionale dei Critici di teatro e iscritta all’ordine nazionale dei Giornalisti-elenco Pubblicisti, ha scritto  sul quotidiano La Nazione dal 1980 al 1991 e  dal 1996 al 2007 ha scritto come critico cinematografico sulla rivista  La linea dell’occhio. Autrice della trilogia narrativa inedita  Segnali di uomo (Tenorio; L’appartenenza; Finis terrae) e del romanzo fiabesco  Il Disegnatore del cielo. Analista biografico a orientamento filosofico , in formazione presso il corso quadriennale di Philo, Scuola Superiore di Pratiche Filosofiche, Milano.

Giovanni Dagnino, basso. Appartiene a quella categoria di musicisti che a partire dalla seconda metà degli anni 80 del 1900, con dedizione, studio,  sacrificio e passione, ha contribuito a riportare in auge il repertorio tardo rinascimentale e barocco italiano e straniero, reinventando di fatto in maniera moderna la prassi esecutiva del periodo e dando l’avvio al recupero di un repertorio ad oggi ampiamente istituzionalizzato attraverso corsi accademici che allora non esistevano. Indicato da Wikipedia come uno degli “allievi celebri” del Conservatorio Paganini di Genova si è infatti colà diplomato in Canto sotto la guida di Gabriella Ravazzi. Le sue caratteristiche vocali lo hanno indirizzato verso una carriera inizialmente   concertistica, chiamato a cantare per le principali associazioni italiane, con un repertorio che privilegia all’inizio il  ‘6/700 italiano e straniero (“Passione secondo Matteo” di Bach, “Dettingen Te Deum” di Haendel, “Giuditta” di B. Marcello, etc.) ma senza tralasciare incursioni nella musica contemporanea ed il repertorio liederistico. Nella sua formazione sono da ricordare anche le lezioni sull’approfondimento dell’interpetazione dell’opera comica italina ricevute da Paolo Montarsolo che hanno segnato l’inizio della sua esperienza operistica che poi affiancherà quella concertistica. La sua attività lo porta negli anni ’80, ’90 e 2000 a cantare oltre che in Italia  in Svizzera, Spagna, Francia, Belgio, Austria, Germania, Portogallo, Svezia, Giordania e Stati Uniti. Il suo repertorio spazia attraverso i generi più diversi: è stato vincitore di concorsi internazionali per la musica liederistica, per la musica contemporanea e per il tradizionale repertorio operistico confermando la sua preparazione  di cantante/musicista a 360 gradi. Ha cantato opere di Verdi, Puccini, Rossini e Mozart, ma ha al suo attivo anche prime esecuzioni assolute di compositori contemporanei in Italia e all’ estero oltre a diverse registrazioni radiofoniche per la RAI, RTSI, RNE e più di quindici registrazioni discografiche di musica del Barocco italiano. Segnaliamo tra le sue più importanti  interpretazioni l’esecuzione di “Jacob Lenz” di W. Rihm (prima esecuzione in Italia) al teatro di Alessandria, il “Luzifer’s Traum” di Stockhausen al Carlo Felice di Genova (brano che per la sua difficoltà pochissimi bassi al mondo sono in grado di eseguire), la prima assoluta dell’opera “Le Mal de Lune” di Sandro Gorli all’opera di Strasburgo e, tra le incisioni, la registrazione del VI libro di Madrigali di Gesualdo da Venosa sotto la direzione del compianto Maestro Alan Curtis. Da diversi anni si dedica all’insegnamento: nel 1997 ha vinto il concorso per la cattedra di Canto lirico presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali “Luigi Boccherini” di Lucca dove tuttora insegna; inoltre per 14 anni ha tenuto per il Teatro di Genova corsi di impostazione vocale per gli attori, collaborando alla realizzazione di diversi spettacoli che prevedono interventi cantati: Tartufo di Moliere, Madre Courage e Cerchio di Gesso del Caucaso di Brecht, etc. Nel 2002 ha debuttato come compositore scrivendo le musiche per “Donne all’Assemblea ” di Aristofane. Sempre alla ricerca di nuove esperienze, nel 1997 fonda con Paolo Da Col il gruppo vocale Odhecaton, giudicato oggi da molti come uno dei più importanti gruppi di musica polifonica al mondo e che ha ricevuto premi discografici importantissimi, tra cui 3 Diapason d’Or e Choc de la Musique.

immagine16Talento precocissimo, Maria Pia Ionata si diploma in Canto a soli 21 anni e subito dopo si affaccia sulla scena lirica vincendo il concorso “Mattia Battistini” e debuttando nel ruolo di Amelia del Simon Boccanegra. Le sue spiccati doti vocali la indirizzano subito verso un repertorio di soprano lirico-drammatico permettondole di affrontare già nei primi anni di carriera i ruoli di Leonora ne “Il Trovatore”, “Caterina di Guisa” di Carlo Coccia ed “Ecuba” di Manfroce. Attratta dal repertorio puccininano e dalle possibilità che questo  poteva offrire alle sue doti vocali e sceniche, debutta come protagonista tre grandi ruoli: Tosca, Madama Butterfly e Mimi’. Questi ruoli rappresentano una svolta importante e definitiva perchè segnano la strada della sua successiva carriera: viene infatti definita voce pucciniana per eccellenza e proprio per questi ruoli verrà scritturata da tutti i piu’ grandi teatri del mondo. La carriera si arricchisce via via di moltissimi altri titoli del repertorio drammatico: Manon Lescaut, La rondine, Turandot, Andrea Chenier, Adriana Lecouvreur, Les Dialogues des Carmelites, Otello, La Serrana, Falstaff, senza disdegnare incursioni nell’operetta come con La Vedova Allegra ed Il Pipistrello. Tra i teatri che l’hanno vista protagonista di queste opere ricordiamo: Teatro Alla Scala di Milano,Teatro Regio di Torino, Teatro dell’Opera di Roma, Filarmonico di Verona, Festival Pucciniano di Torre del Lago, Opera di Francoforte, Staatsoper di Vienna, Opern der Stadt di Bonn, Teatro Real di Madrid, Teatro Segura di Lima, Teatro Verdi di Trieste, Terme di Caracalla, Teatro Massimo di Palermo, Bellini di Catania, Petruzzelli di Bari, Finnish Opera di Helsinki, Comunale di Bologna, Teatro Antico di Taormina, Carlo Felice di Genova, Cujas di Las Palmas,Teatro Greco di Siracusa, Pergolesi di Jesi, Sao Carlo di Lisbona,Teatro del Giglio di Lucca, Comunale di Firenze ed ancora nei teatri di Sassari, Atene, Valencia, Istambul, Cosenza, Valladolid, Seoul, ,Malta,  Messina, Lubiana, Perm etc. Ha cantato sotto la direzione di: Riccardo Muti, Daniel Oren, Gianfranco Masini, Zubin Metha, Gary Bertini, Maurizio Arena, Donato Renzetti, Antonello Allemandi, Marcello Viotti, Jose Collado, Paolo Carignani, Niksa Bareza, Yuri Ahronovitch, Gustav Kuhn, Steven Mercurio, Peter Maag, Giuliano Carella, Alain Guingal, Marco Armiliato, Tiziano Severini, e collaborato con importantissimi registi: Ronconi, Del Monaco, De Flo, Carsen,  Frisell, Monicelli, Panerai, Landi, Madau Diaz, Crivelli, Fassini, Grigorov, Maestrini, Bolognini, Capolicchio, Trevisan, Giacchieri, Lagana’ Manoli, Monti, Gas, Franconi Lee, Scaparro, Kirschner, Vacis etc. Vanta anche esperienze cinematografiche e discografiche: nel 2003 ha partecipato alla realizzazione del film “Tosca e altre due” nel ruolo di Tosca al fianco di Franca Valeri ed Adriana Asti registrandone in cd la colonna sonora originale. Ha inoltre inciso La Rondine di Puccini (Magda) e  Le Nozze di Figaro (Contessa). Dedicatasi all’insegnamento, da diversi anni è docente di Canto Lirico presso  l’Istituto Superiore di Studi Musicali “Luigi Boccherini” di Lucca e dal 2016 tiene corsi presso l’Accademia Pucciniana di Alto perfezionamento per cantanti lirici di Torre del Lago-Puccini dove trasmette con passione tutta la sua esperienza ai giovani che vogliono approfondire i ruoli da lei interpretati. Ha tenuto inoltre delle Masterclass nelle citta’ di Pechino e Shangai. 

pieri-foto-2017-torre-2Remo Pieri si è diplomato sotto la guida di Michele del Vicario all’istituto musicale “L. Boccherini” di Lucca. In seguito ha studiato con V. Mariozi, C. Scarponi, G. Riccucci.. A Parigi con P. Cuper. Ha conseguito il primo premio all’unanimità della commissione nel corso superiore. Premiato due volte al concorso internazional di Sresa., nel 1979 vince l’audizione per l’orchestra giovanile internazionale Opera Barga e inizia giovanissimo una carriera che progressivamente lo porterà a suonare in molte delle più importanti sale da concerto in Italia e all’estero (Biennale di Venezia, festival internazionale di Bolzano, Amici della musica di Pistoia, Amici della musica di Viareggio, A.M. Lucchese, festival internazionale di Salonicco(Grecia), Teatro Ghione di Roma, Pavillon de Fleur di Merano, Musica dell’Imperatore di Venezia) e molti altri, riscuotendo sempre calorosi consensi di critica e di pubblico. Per un decennio ha fatto parte del gruppo da camera “B. Maderna” con il quale ha effettuato innumerevoli concerti e prime esecuzioni assolute di musiche del 900, effettuando tournee nelle principali sedi europee e in Brasile (docente ospite dell’università di S. Paolo). Le sue interpretazioni sono state apprezzate da compositori quali, L. Berio, G. Petrassi, S. Bussotti. Per lui hanno composto G. G. Luporini, R. Lolini, F. Ermirio, P. Elos. A. Galanti. Ha registrato per la radio dello stato di S. Paolo (Brasile), per la radio di Baden Baden (Germania) per la R.A.I. 3. Nello stesso periodo, è stato primo clarinetto dell’orchestra da camera lucchese (voluto dal M° H. Handt), con la quale si è esibito anche come solista. Ha fatto parte dell’orchestra del Giglio di Lucca. Ha collaborato con l’ Orc. del Maggio Musicale Fiorentino, Orchestra Regionale Toscana, Orc della Bretagna, del teatro Verdi di Trieste, orchestra da camera di Aosta, Orc da Camera Fiorentina, Orc Camerata strumentale di Prato e molte altre. Dal 1997 è primo clarinetto dell’orchestra Città Lirica (teatri di Lucca, Pisa, Livorno) e dell’orchestra del festival Pucciniano di Torre del Lago, con la quale ha effettuato numerose tourne in Italia a e all’estero, suonando sotto la direzione di direttori quali, D. Oren. G. Cun. M. De Bernard, P. Bellugi, N. Bareza, P. Domingo, J. Kovatchev. P.G. Morandi. N.Otomo, J Web, S. Mercurio, G. Mazzoli e molti altri, collaborando con artisti di fama internazionale come: R. Fleming. A. Bocelli , K. Ricciarelli, R. Kabajvanska, M. Campanella, B.Canino, J, Demus. Ha suonato in formazioni cameristiche con artisti quali: L. Bartelloni, S. Phaor, C. Bogino, M.Coni. A.Lieberman, P. Vernikof, A. Zemstsov, G. Stuller, M. Flaksman. J. Volokine. A. Meunier, C. Scarponi, C. Rossi, H. Moreno. M. Vincenzi. P. Cuper. Suona in quartetto con A. Bologni, V. Ceccanti e F. Giovannelli, collaborando con U. Pagliai e P. Gasman in qualità di voci recitanti. Vincitore dei concorsi a titoli ed esami per i conservatori per le materie di clarinetto e musica di assieme per fiati, ha rinunciato alla cattedra al conservatorio di Cagliari poiché già docente di musica di assieme per strumenti a fiato al conservatorio d’Alessandria. Nell’Aprile 2008 è stato ospite, in qualità di docente e concertista dell’università d’Atlanta (U.S.A.).E’ stato ospite all’internetional clarinet festival 2014 di Todi in qualità di concertista, e dell’università del clarinetto di Camerino (Accademia Italiana del Clarinetto), come docente e concertista.Ha inciso per: Tactus, Gallo, Edipan, Shelve. Dal 1997, si dedica alla direzione di varie formazioni cameristiche e orchestrali. Ha insegnato clarinetto nei conservatori di Sassari,Trieste, Perugia, Riva del Garda, e all’Istituto Musicale “L.Boccherini” di Lucca, e per 12 anni musica di assieme per fiati ad Alessandria. Attualmente è docente di clarinetto all’Istituto di alta formazione musicale “L. Boccherini” di Lucca.

ragghiantiè nato a Lucca, ha intrapreso gli studi musicali presso l’ Istituto Musicale “Luigi Boccherini”, diplomandosi sotto la guida del M° S. Grazzini  con il massimo  dei voti, la lode e la menzione speciale del Ministero della Pubblica Istruzione. Vincitore di concorsi nazionali ed internazionali, ha collaborato, in qualità di primo contrabbasso con molte orchestre sinfoniche e da camera italiane e straniere, affrontando il repertorio di tutte le epoche. Dal 1988 è primo contrabbasso solista del gruppo da camera “I Solisti Veneti”. Ha suonato come solista in oltre 2.000 concerti ed in 85 diversi paesi del mondo. Si è esibito come solista in importanti sale concertistiche in tutto il mondo e per i più prestigiosi festivals come Tanglewood, Ravinia, Mostly Mozart, Salisburgo, Guanajuato e Sinaloa in Messico, Suntory e Bunka Kaikan a Tokyo etc. Tiene da sempre una intensa attività cameristica ed ha preso parte alla registrazione di concerti per la radio e televisione in Italia ed all’estero ed all’ incisione di oltre 150 cd ed alcuni dvd, collaborando con solisti di fama mondiale. Ha inciso l’integrale delle sonate di Rossini con il Quartetto Rossini. E’ Professore di contrabbasso presso l’Istituto Superiore di Studi musicali Musicale “Luigi Boccherini” di Lucca ed Royal College of Music of London, è “instructor” per  il programma di studi all’estero dell’Università  del  Colorado,  è invitato come docente da importanti Istituzioni Musicali in Italia ed all’estero, tra le quali Musica Riva Festival, l’Università di New York, la Hochschule di Norimberga, il Conservatorio Superiore di Parigi, l’Università di Oslo, della Svizzera italiana,  la HEM di Ginevra,  il Trinity Laban College di Londra,  l’Università di Groeningen etc. Membro di ISB,  International Society of Bassists,  è invitato come membro di giuria e performer nelle conventions biennali organizzate da ISB e Bass Europe. Destinatario di dediche di composizioni per contrabbasso solo e contrabbasso e pianoforte di compositori come Teppo Auto Aho, Simón García,  Federico Favali, ha tenuto concerti con prime mondiali in importanti occasioni come il Bass Prague 2016 a Praga ed il RCM bass fest 2016. Dal 2010 organizza il “Boccherini International Bass Fest”  presso l’ISSM “L. Boccherini” iniziativa a finalità didattiche,  artistiche e divulgative dedicata al contrabbasso con la partecipazione di grandi solisti di questo strumento come Thierry Barbé,  Dan Styffe, Dorin Marc, Jeff Bradetich, Alberto Bocini,  Diego Zecharies,  Simón García,  Enrico Fagone,  Sorin Orchinschi, Ubaldo Fioravanti, Massimo Giorgi. Gabriele Ragghianti è D’Addario artist e suona un contrabbasso costruito dal Maestro Cristiano Scipioni.

Diplomato in Violino, Musica corale e direzione di coro, Composizione e Musica elettronica, massimo biasioni é nato a Trento – città dove risiede – nel 1963. Ha studiato composizione con Armando Francheschini presso il Conservatorio della sua città , perfezionandosi poi sotto la guida di Armando Gentilucci e Giacomo Manzoni per la composizione, di Alvise Vidolin e Paolo Zavagna per la musica elettronica. Segnalato in vari concorsi di composizione, nel 1985 ha ottenuto il primo premio al concorso internazionale “Premio Valentino Bucchi” di Roma. Ha composto musica orchestrale e da camera, per strumenti tradizionali ed elettronici, musica per teatro e per video, collaborando tra l’altro con scrittori come Giuseppe Calliari, Giulio Mozzi e Maurizio Maggiani. Suoi brani sono stati incisi su compact disc, radiotrasmessi dalla RAI, dalla radio nazionale spagnola e da altre emittenti, eseguiti in importanti manifestazioni fra cui “World Music Days”(ISCM) a Yokohama, festival “Synthèse” di musica elettroacustica a Bourges, “NWEAMO” a New York e San Diego, EuCue Concert Series a Montreal, “DigitalArtWeek” a Zurigo, festival L.I.M. a Madrid, “Sonopolis” a Venezia, Teatro Argentina a Roma, Festival Musica ‘900 Trento e molte altre. Nel 2006 il suo brano “l’amour outragè” è risultato finalista al concorso internazionale di composizione elettroacustica “Miniatures” promosso dal festival “Confluencias” di Huelva, e nel 2007 con il brano “con l’arco” ha vinto il terzo premio al concorso internazionale “P. Scheaffer” di Pescara. Vincitore di concorso, è titolare della cattedra di “Cultura musicale generale” presso l’istituto “Boccherini” di Lucca.

GianPaolo Mazzoli è Direttore d’Orchestra e Compositore. Diplomato in Pianoforte all’Istituto Musicale “L. Boccherini” di Lucca e in Musica Corale e Direzione di Coro presso il Conservatorio “L. Cherubini” di Firenze, Mazzoli ha studiato Composizione con i Maestri Pietro Rigacci e Gaetano Giani Luporini e Direzione d’Orchestra con i Maestri Bruno Rigacci e Piero Bellugi. Ha frequentato inoltre il biennio di Direzione d’orchestra presso il Conservatorio “A. Boito” di Parma. Vincitore di numerosi premi nazionali, dal 1985 al 2000 ha svolto attività di Maestro del Coro in importanti teatri italiani; attualmente è Direttore dell’Orchestra dell’Istituto Musicale “L. Boccherini” di Lucca. In qualità di Direttore d’orchestra ha svolto attività concertistica in Italia e all’estero affrontando il repertorio sinfonico dei maggiori autori con prestigiose compagini orchestrali come l’Orchestra dell’Opera di Bucarest (Romania), l’Orchestra Regionale della Toscana, l’Orchestra Sinfonica della Provincia di Bari, Città Lirica Orchestra, Orchestra del Festival di San Gimignano, Orchestra di Oltsin (Polonia), l’Orchestra dell’Opera di Sofia (Bulgaria), l’Orchestra dell’Opera di Constanta (Romania)Orchestra del Festival Pucciniano di Torre del Lago,Orchestra del Festival Lirico di Pompei  e l’Orchestra del Teatro Nazionale di Belgrado. Solo negli ultimi anni ha collaborato con artisti di fama internazionale, come i cantanti Raina Kabaivnska, Piero Cappuccilli, Fabio Armiliato, Andrea Bocelli, Katia Ricciarelli, Laura Niculescu, Fiorenza Cedolin e Giovanna Casolla, i violinisti Cristiano Rossi e Alessandro Cappone, i violoncellisti Raphael Wallfisch e Franco Maggio Ormezovsky, e l’oboista Francesco Di Rosa. Per i principali Enti italiani ed esteri, ha diretto le più importanti opere del grande repertorio lirico come Falstaff, Traviata e Rigoletto di Giuseppe Verdi, Tosca, Bohème, Madama Butterfly e Turandot di Giacomo Puccini(Festival Pucciniano di Torre del Lago), Carmen di George Bizet, Cavalleria Rusticana di Pietro Mascagni e Pagliacci di Ruggero Leoncavallo. Tra le principali produzioni sinfonico-corali ricordiamo la Sinfonia n.9 op.125 di Ludwig van Beethoven (per il XXXIIII congresso mondiale dell’Unesco), Il Messiah di G. F. Haendel, il Requiem in re minore KV 626 di Wolfgang Amadeus Mozart, la Messa a 4 voci di Giacomo Puccini e la Messa di Requiem di Giuseppe Verdi per Festival Internazionale di Musica Sacra a Montecarlo di Monaco. Ha inoltre diretto “Espiazione” di Dario Marianelli (vincitore del Premio Oscar 2008 per la migliore colonna sonora) al Teatro Verdi di Pisa e il Concerto Grosso per i New Trolls nell’auditorium S.Francesco di Lucca.Per l’AML ha diretto composizioni di Sofia Gubaidulina in presenza dell’autrice.10 maggio 2015 Istituto Boccherini – Musiche di Sofia Gubaudolina alla presenza dell’autrice, AML Lucca Classica Music Festival. Per l’etichetta Kicco Music ha inciso la Messa di Gloria di Mascagni (Cappuccilli, Armiliato), “Christmas story” dedicato a musiche europee della tradizione natalizia, Carmina Burana di Orff, un recital di Raina Kabaivanska, il Messia di Haendel (versione integrale strumentata da Mozart) ed un CD in uscita dedicato a due oratori contemporanei di Bruno Rigacci e Gaetano Giani Luporini. Ha inciso inoltre per la Polygram e realizzato per la PBS, la maggiore emittente televisiva di programmi culturali degli Stati Uniti, l’Home Video di un recital del celebre tenore Andrea Bocelli.Ha inoltre inciso per la Brillant le Arie Accademiche di L. Boccherini e per la Tactus concerto di A. Rolla per viola e orchestra e di Marianna Bottini per clarinetto e orchestra. In qualità di Direttore artistico, Manager musicale e organizzatore di eventi, GianPaolo Mazzoli è da oltre trent’anni Direttore artistico della Società Corale Pisana e dal 2003 del Concorso Lirico Internazionale “Titta Ruffo” e del Festival Estivo “Lirica sotto le stelle” a Pisa; ha curato inoltre le stagioni concertistiche del Teatro Comunale di Montecarlo (LU), delle Orchestre da Camera e giovanile di Arezzo e delle Stagioni annuali OPEN e OPEN Gold promosse dall’Istituto Superiore di Studi Musicali “L. Boccherini”. In qualità di compositore ha scritto musiche di scena per lo spettacolo “Salotto ‘900”, per il  giallo di J.B. Priestley “Un ispettore in casa Birling”, per “Olivia Twist” dall’omonimo spettacolo, la colonna sonora Conflitti per un video di Amnesty International e l’opera lirica Marta e Maria su testo di Paolo Pivetti per la quale gli è stato conferito il Premio Lirico Internazionale Tiberini d’argento.Ha scritto inoltre l’Opera pop “il Gatto con gli stivali ” Edizione Sillabe. In qualità di docente, oltre alla cattedra di Esercitazioni Orchestrali all’Istituto Musicale “Boccherini” di Lucca, ha tenuto Master di interpretazione lirica con studenti dell’Università di Nagoya (Giappone), a Sidney (Australia) per la Barilla Opera Foundation e alla Hongyu International School di Pechino (Cina); è inoltre docente di Vocalità al Master di I livello in Direzione artistica e Management Musicale (MaDAMM) di Lucca.Recentemente ha tenuto una Masterclass in Direzione d’Opera presso il Voice and Opera Departement del Conservatorio Centrale di Pechino.E’ attualmente Direttore del Master MAI (musica Applicata all’Immagine) e docente di Direzione d’orchestra e orchestrazione per lo stesso master.

rogaiFilippo Rogai ha studiato Flauto presso la Scuola di Musica di Fiesole. Successivamente ha seguito corsi con musicisti di fama internazionale quali Alain Marion, Trevor Wye, Conrad Klemm, Aurele Nicolet, Mathias Ziegler e si è perfezionato con Michele Marasco ,  Marzio Conti e Stefano Agostini. Ha conseguito, con il massimo dei voti, il Diploma di Alto Perfezionamento presso l’Accademia Musicale Internazionale di Pescara ed il Diploma Accademico biennale. Si è segnalato in vari concorsi di esecuzione flautistica tra cui il prestigioso Concorso Internazionale di Parigi “Flute d’Or”, il Concorso Flautistico ENDAS Lombardia, il Concorso Flautistico Mitteleuropeo di Cividale del Friuli, il Concorso Flautistico Nazionale “Francesco Cilea” di Palmi ed il Concorso Ministeriale per l’insegnamento nei Conservatori. Ha esplorato tutto il repertorio solistico e cameristico dal quintetto a fiato fino al duo. Ha insegnato presso i Conservatori de La Spezia, Reggio Calabria, Potenza e Salerno. E’ stato Direttore della Civica Scuola di Musica di Capannori ed è titolare della cattedra di flauto presso l’Istituto AFAM “L.Boccherini” di Lucca.

Conseguito il Diploma di Pianoforte con il massimo dei voti sotto la guida di Rossana Bottai, Fabrizio Papi prosegue gli studi perfezionandosi con Dario De Rosa per la musica da camera ai corsi della Scuola di Musica di Fiesole, con Louis Hiltbrant, già assistente di Dinu Lipatti, presso il Conservatorio di Ginevra, con Denise Bidal (Conservatorio di Losanna), allieva e assistente di Alfred Cortot, con Támas Vásáry ai corsi estivi di Lenk e infine con Massimo Bertucci, importante esponente della scuola di Vincenzo Vitale, a Napoli. Avvia presto una carriera concertistica che lo porta a suonare in importanti città italiane, in vari paesi europei, in Argentina e negli Stati Uniti, sia come solista che in duo, ospite di manifestazioni di rilievo quali il Festival Pianistico Internazionale di Amalfi, la stagione del Cern di Ginevra, i Myra Hess Memorial Concert Series di Chicago, la stagione del Museo degli Strumenti Antichi di Ginevra, e di istituzioni quali la Radio Télévision de la Suisse Romande e la Rai. Parallelamente agli studi e agli impegni pianistici, Fabrizio Papi  conclude, sotto la guida di Pietro Rigacci, gli studi di Composizione (iniziati con Enzo Borlenghi), diplomandosi presso il Conservatorio “Luigi Cherubini” di Firenze. Affianca agli studi specificamente musicali quelli letterari e musicologici, laureandosi in Lettere moderne presso l’Università di Pisa con 110/110 e lode, con una tesi sull’evoluzione dell’orchestrazione in Puccini dal titolo L’orchestrazione in Manon Lescaut e nella Bohème di Giacomo Puccini. Analisi comparativa di un mutamento stilistico. Ha esteso i suoi interessi all’analisi musicale, frequentando corsi di William Drabkin presso l’Università di Trento, di Talia Pecker Berio (Centro Studi Musicali “Ferruccio Busoni” di Empoli) e di Vincenzo De Natale (Fermo), e alla storia della letteratura pianistica, frequentando le lezioni di Piero Rattalino presso l’Accademia Pianistica di Imola. Frutto di questi interessi sono uno studio sulla Fantasia e fuga Ad nos, ad salutarem undam di F. Liszt, e tre saggi sul Metodo, sui Concerti e sulle Sonate per pianoforte di F. Kalkbrenner, confluiti nel libro Friedrich Wilhelm Kalkbrenner. Apoteosi e declino del Biedermeier (Pisa, Felici Editore, 2007). I suoi interessi per la letteratura pianistica biedermeier hanno prodotto in seguito il volume «Un été à Lucques». Theodor Döhler, un pianista biedermeier alla corte di Carlo Lodovico che, attraverso documenti inediti, ricostruisce la biografia del pianista italo-tedesco. Ha inoltre collaborato con le riviste Symphonia e Piano Time. Dal 1986 è docente di Lettura della Partitura presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali “Luigi Boccherini” di Lucca, con nomina in ruolo dal 1992. Tiene inoltre da anni il corso di Storia e analisi del repertorio II, con particolare riguardo alla tradizione analitica anglosassone relativa al periodo classico. Nel 1998 partecipa al  Concorso nazionale per titoli ed esami per il posto di Direttore di ruolo dell’Istituto Musicale Pareggiato “G. Briccialdi” di Terni, di cui risulta unico vincitore. Dal novembre 2003 al giugno 2006 assume la direzione dell’Istituto Musicale Pareggiato “Luigi Boccherini” di Lucca e avvia il processo di attuazione della legge 508, che culmina con l’adozione dello Statuto di autonomia, e l’istituzione del Biennio sperimentale di II livello in discipline musicali. Durante il periodo della sua direzione, l’Istituto Musicale “Luigi Boccherini” diventa sede del progetto nazionale Giacomo Puccini: dagli anni di formazione ai primi traguardi (1858 – 1891), progetto di digitalizzazione e messa in rete delle opere di Giacomo Puccini, proposto nell’ambito della Biblioteca Digitale Italiana e del Network Turistico Culturale. È stato inoltre membro della giunta esecutiva del Comitato Nazionale “Luigi Boccherini” ed è socio fondatore e membro del Consiglio direttivo del Centro Studi “Luigi Boccherini” di Lucca. Dal 2009 è membro del Consiglio Accademico dell’ISSM “Luigi Boccherini” di Lucca, e dal 2011 vice direttore della stessa Istituzione. Dal 1° novembre 2015 ha assunto la carica di Direttore per il triennio 2015-2018. Dal 2009 al 2015 è stato Presidente del Nucleo di Valutazione dell’ISSM “Pietro Mascagni” di Livorno. Dal 2009 al 2012 è stato professore a contratto presso la Facoltà di Lettere dell’Università di Pisa per l’insegnamento di Elementi di teoria musicale. Attivo anche nel campo dell’organizzazione musicale della propria città, è stato presidente dell’Associazione Culturale “Amici della Musica” di Viareggio negli anni 1987, 1988 e 1989. Dal 1999 al 2008 è stato membro del consiglio di amministrazione della Fondazione Festival Puccini di Torre del Lago, in cui ha contribuito, con le sue competenze specifiche, al processo di rinnovamento ed espansione a livello internazionale della manifestazione. Ha fatto parte delle giurie di concorsi nazionali e internazionali, sia pianistici che lirici, affiancando i direttori artistici di Fondazioni liriche italiane quali il Maggio Musicale Fiorentino, l’Arena di Verona, il Teatro Regio di Parma, e di teatri stranieri quali l’Opernhaus di Zurigo, il Teatro dell’Opera di Montecarlo e il Teatro dell’Opera di Klagenfurt. 

 

SONY DSC

MARZIO CONTI è nato a Firenze il 22 maggio 1960. Ha iniziato la sua carriera artistica come flautista divenendo, giovanissimo, uno dei maggiori solisti a livello internazionale, debuttando come solista al Festival di Salisburgo nel 1981 con I Solisti Veneti. Dopo vent’anni di carriera solistica e di insegnamento in prestigiose istituzioni, si è dedicato completamente alla direzione d’orchestra. Marzio Conti è apparso come direttore ospite in Italia con l’Opera di Roma, Maggio Musicale di Firenze, Teatro Regio di Torino, Teatro Comunale di Bologna, Teatro Massimo di Palermo, Teatro La Fenice di Venezia, l’Orchestra Sinfonica Siciliana, Teatro Donizetti di Bergamo, Teatro di Ravenna, Teatro di Bolzano, Teatro del Giglio di Lucca, Teatro Bellini di Catania, Teatro Verdi di Pisa, Teatro Comunale di Livorno, Orchestra Regionale Toscana, l’Orchestra Haydn, Orchestra di Padova e del Veneto. In Spagna, ha diretto Orquesta de la Comunidad de Madrid, Teatro de la Zarzuela, Orquesta Sinfonica de Bilbao, Orquesta de Tenerife, Orquestra de Extremadura, Orquestra de la Gran Canaria, Orquestra de las Baleares, Teatro Arriaga di Bilbao, e Orquesta de Navarra . In Germania, ha condotto presso l’Dortmund Staatsoper, Saarbrücken Staatsoper, Dessau Stadtsoper, Monchegladbach Stadtoper, e Brandemburger Symphoniker. In Francia, ha diretto l’Orchestra Regionale di Cannes e de la Cote d’Azur, Orchestre da La Picardie, Opera di Marsiglia, e Orchestre d’Avignon. Ha diretto inoltre l’Orchestra Sinfonica Nazionale d’Irlanda, Korean National Symphony Orchestra e Pusan Filarmonica (Corea), National Orchestra di Stato di Atene, Teatro del Bicentenario (Messico), Teatro Nacional de Costa Rica, Opera de Rio de Janeiro (Brasile) , Orquesta Sinfonica de Porto e Orquesta Metropolitana de Lisboa (Portogallo), e la Haifa Symphony Orchestra (Israele). I solisti di rilievo con cui ha collaborato sono: Barbara Hendricks, Bryn Terfel, Mariella Devia, Misha Maisky, Midori, Natalia Gutman, Lin Harrell, Gary Hoffman, Renato Bruson, Rudolph Buchbinder, Katia e Marielle Labèque, Elisso Vissaladze, Leo Nucci, Sabine Mayer , Jean Pierre Rampal, Maurice Andre, Maurice Bourgue, Max Chamaiou, Brigitte Engerer, Javier De Maistre; ballerini e coreografi Carla Fracci, Yuri Grigorovich, Patrice Bart, Roland Petit, Frédéric Flamand, Jean-Christophe Maillot; e registi come Calisto Bieto, Emilio Sagi, la Fura del Baus, Lindsey Kemp, Ugo Gregoretti. Dal 1998 al 2002 è stato direttore principale presso l’Istituzione Sinfonica Abruzzese in Italia, responsabile di un importante periodo di crescita artistica e prestigio internazionale che ha portato a una serie di registrazioni e frequenti tournée Italia, Francia e Spagna. Dal 2001 fino al 2004, è stato direttore musicale dell’Orchestra Filarmonica di Torino, dando una nuova vitalità alla programmazione e contribuendo a determinare l’aumento degli abbonati. Le sue registrazioni con l’orchestra hanno ottenuto grandi consensi da parte della critica. Ha creato una partnership con la città francese di Lione che ha portato l’orchestra ad una esecuzione storica del Requiem di Dvorak all’Auditorium nazionale della stessa città. Sotto la sua guida, l’orchestra é divenuta nota in tutta Europa con visite frequenti in Francia, Germania e Spagna. Dal 2003 fino al 2008 Marzio Conti è stato direttore musicale del Teatro di Tradizione per l’Opera Italiana di Chieti. Ha creato per l’orchestra la possibilità di incidere per Naxos focalizzandosi sull’opera italiana: Rossini Il Turco in Italia, Donizetti La Figlia del Reggimento. Con l’Orchestra di Chieti ha partecipato a numerosi programmi televisivi per le più importanti trasmissioni d’opera a livello nazionale e ha creato una rete di partnership con altri teatri italiani, tra cui quello di Pisa, Lucca, Livorno, Jesi, e Ravenna. Da segnalare tra queste partecipazioni “Il Concerto per la Pace” al re Davide Auditorium Tel Aviv (Israele). Dal 2004 al 2010 Marzio Conti è stato Direttore Artistico dell’Orchestra Sinfonica di Sanremo, presa in consegna in un momento di crisi economica e con problemi di immagine. Ha raccolto fondi, creato connessioni con altre istituzioni, sollevando il profilo artistico dell’orchestra , portandola a suonare all’Auditorium Parco della Musica di Roma, assicurando un contratto discografico con la Naxos e una collaborazione con il Festival Estivo di Nizza , sede della prestigiosa accademia estiva internazionale, dove aveva in precedenza ricoperto la cattedra di flauto dopo Jean-Pierre Rampal e Alain Marion. Direttore Musicale dell’Orchestra Filarmonica di Oviedo (OFIL) in Spagna dal 2011, Marzio Conti ha guadagnato il riconoscimento e il plauso del pubblico e della critica per i suoi successi nel guidare la crescita artistica dell’orchestra . Ha ottenuto numerosi riconoscimenti ed è stato nominato membro della giuria delle Arti per il prestigioso Premios Princesa de Asturias. Nel 2015 ha riportato un grande successo di critica la registrazione delle opere sinfoniche di Saint-Saens per Warner Classics. Fin dal suo arrivo a Oviedo, la stagione sinfonica della OFIL ha stabilito uno standard di eccellenza per il mondo musicale della Spagna, presentando artisti importanti come Midori, Christian Zimermann, Gregory Kunde, Elina Garanca, ElissoVissaladze, Sabine Mayer, Cecilia Bartoli, Natalia Gutman , Rudolf Buchbinder, Katia e Marielle Lebeque, Grigory Sokolov, Bryn Terfel e come host per la London Philharmonic Orchestra (Salonen), Filarmonica di San Pietroburgo (Gergiev), Gothenburg Symphony (Dudamel), e Orchestre Révolutionnaire et Romantique (Gardiner). Dal 2014 collabora come direttore ospite e professore alla Jacob School of Music, Indiana University, Bloomington: ha inaugurato la stagione lirica 2016/2017 con Donizetti “La figlia del Reggimento”, la Stagione di Danza con lo Schiaccianoci e nell’ aprile 2017 dirigerà Petruska. Marzio Conti è docente presso l’Istituto Musicale “Luigi Boccherini” di Lucca dal 1984.

giannesiha studiato con i maestri De Santis, Guido Tagliabue e Marco Bruno diplomandosi al Conservatorio Cherubini di Firenze nel ’85. Nel 2007 ha conseguito la laurea nel Biennio specialistico sempre al Conservatorio Cherubini di Firenze con 110 e lode. Si è perfezionata con i maestri: Tagliabue, Schoellenberger, Pierre Pierlot, Hindermuller, Pollastri, Borgonovo e con il maestro Giuliani per il corno inglese. Ha ottenuto idoneità a concorsi ed audizioni sia con l’oboe che con il corno inglese in orchestre italiane quali: orch.giovanile italiana, O.R.T., Arena di Verona, Internazionale d’Italia, orchestra sinfonica dell’Aquila, orch.del teatro di Treviso, Teatro lirico di Cagliari, Città Lirica orch., Toscanini di Parma, Teatro alla Scala di  Milano. Ha collaborato inoltre con l’orchestra del Maggio Musicale Fiorentino,il  Carlo Felice di Genova,il Festival Pucciniano, Teatro la” Fenice “di Venezia. Ha suonato con direttori di fama internazionale quali Lorin Mazel, Riccardo Muti, Oren. Dal maestro Gustav Khun è stata chiamata a suonare il corno inglese nella sua orchestra per le stagioni di ERL in Austria. Si è esibita con orchestre o gruppi da camera in numerose  tournèe in Cina, Francia, Inghilterra, Austria, Spagna, Malta e Australia (dove ha tenuto delle lezioni all’Università di Melbourne). Vincitrice del Concorso a titoli ed esami per l’insegnamento dell’oboe nei conservatori di musica nel 1992. E’ stata docente di ruolo di oboe presso il conservatorio” Palestrina” di Cagliari ed dal gennaio 2010 è docente di ruolo presso l’Istituto “Boccherini” di Lucca.

Maria Gloria Belli studia al Conservatorio “L. Cherubini” di Firenze dove si diploma in pianoforte col massimo dei voti e la lode sotto la guida di Giorgio Sacchetti frequentando contemporaneamente la classe di clavicembalo di A.Maria Pernafelli e quella di organo del M° Stanislao Knotorcka. Approfondisce il repertorio camerisico studiando con Franco Rossi, con il Trio di Trieste presso l’Accademia Chigiana di Siena, con Dario De Rosa per l’intero Triennio nell’ambito dei Corsi di Qualificazione Professionale di Fiesole (OGI) e con Conrad Klemm anche in qualità di collaboratrice pianistica al Conservatorio di Winterthur. Successivamente frequenta per tre anni il Corso di Perfezionamento Pianistico tenuto da Kostantin Bogino presso l’Accademia Internazionale di Portogruaro e una Master Class di Murray Perahia. Completa la sua preparazione didattica frequentando il Seminario sulla Tecnica Pianistica di Vincenzo Vitale (Sermoneta) e i corsi di Laura Palmieri e Françoise Joubert (Firenze, Centro di Didattica). Premiata in Concorsi Nazionali e Internazionali, è stata invitata a suonare in Italia e all’estero (Svizzera, Francia, Austria, Israele, Cina) come solista e in varie formazioni cameristiche. E’ stata ospite di importanti Istituzioni quali il Festival “Classicamerj” di Eilat (Israele) il Cantiere Internazionale d’Arte di Montepulciano e il Teatro Comunale di Firenze, dove ha preso parte alla Stagione Concertistica (in Trio con Susanna Rigacci e Marzio Conti). Inoltre, su invito di Luciano Berio, partecipa al 47° Maggio Musicale Fiorentino. Ha registrato per varie emittenti radiotelevisive, fra cui RaiUno, Rai3 e RadioTre. Svolge attività di duo pianistico con Fabrizio Lanzoni col quale è stata invitata ad effettuare alcune tournées in Israele dove si è esibita con la Israel Chamber Orchestra al Museum di Tel Aviv. Dal 1984 è titolare della cattedra di Pianoforte Principale presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali “L. Boccherini” di Lucca e sotto la sua guida decine di allievi, dopo aver completato brillantemente gli studi musicali fino al Diploma e alla Laurea di II Livello, si sono affermati professionalmente come musicisti, anche all’estero, in campo artistico e didattico. Nel 2014 ha effettuato una serie di concerti nella Repubblica Popolare Cinese ed è stata invitata a tenere una Master Class presso la Lànzhōu University (South East Gansu). Ha fatto parte di giurie in vari Concorsi Pianistici ed è stata Commissario Esterno in numerosi Istituti Musicali Pareggiati e Conservatori italiani. Nel 2016, nominata dal Ministero, è stata membro della Commissione di Pianoforte per il Concorso Nazionale a Cattedre dei Licei Musicali.

paleseCarlo Palese si diploma in pianoforte nel 1983, all’età di diciannove anni, presso l’Istituzione “L. Boccherini” di Lucca con il massimo dei voti, la lode e la menzione ad honorem. In seguito la sua formazione musicale si arricchisce grazie all’incontro con musicisti come  Maria Tipo, Pietro Rigacci, Murray Perahia, Piero Rattalino. A coronamento degli studi svolti presso l’Ecole  Normale  de Musique Alfred  Cortot di Parigi sotto la guida di Aquiles delle Vigne consegue nel  1991 Diploma  Superiore  di  Esecuzione. Durante questo arco di tempo coglie numerose affermazioni in importanti concorsi nazionali ed internazionali (Premio città di Treviso, Arcangelo Speranza di Taranto, Premio Rendano di Roma, Premio Torrefranca, Concorso Internazionale Viotti- Valsesia, Città di Marsala, Vincenzo Bellini e molti altri). Nel 1992 è invitato negli U.S.A. per un giro di concerti e nello stesso anno ottiene un prestigioso  secondo premio al  World  Piano  Competition di Cincinnati  (U.S.A.). L’attività concertistica ha portato Carlo Palese ad esibirsi in vari paesi europei e negli U.S.A. nonché in Italia, sia in veste di solista che in formazioni cameristiche e come solista con orchestra. Ha collaborato con molti musicisti, tra cui i violinisti Alberto Bologni,Alessandro Cappone, Sam Mc Clure, Hae Sun Kang, Lucio Degani,Gregory Sandomirsky, Alexandre da Costa, Paolo Franceschini,i violoncellisti Giorgio Fiori, Cecilia Radich, Brian Kubin e Andrea Nannoni, i pianisti Cristiano Grifone, Andrea Rebaudengo, Roberto Prosseda. Giuseppe Bruno. Particolarmente interessante la frequentazione del repertorio ottocentesco per Harmonium e pianoforte con l’organista Claudio Brizi. I suoi interessi musicali spaziano dal repertorio classico alla musica del nostro tempo; in questo ambito è sensibile interprete di opere nuove, spesso a lui dedicate(Gabriele Manca, Gabrio Taglietti, Giovanni Salvemini, Fabrizio Festa, Gabriel Senanes per citarne alcuni). E’ consulente artistico della rassegna musicale “Classica con Gusto” che si tiene presso la Fondazione Teatro Goldoni di Livorno, e Presidente dell’associazione musicale “Livornoclassica”. E’  Direttore artistico del Livorno Piano Competition. Ha effettuato incisioni discografiche per Camerata Tokyo. Svolge attività didattica in qualità di professore di Pianoforte principale presso l’Istituto superiore di Studi musicali “L.Boccherini” di Lucca e tiene regolarmente Masterclass in Italia e all’estero. www.carlopalese.com

 

peruzziGiovanissimo, ha avuto modo di mostrare il suo talento e la sua sensibilità musicale al padre, che è stato il suo primo maestro. Ha avuto il privilegio di formarsi, fin da piccolo, alla Scuola Pianistica di Rossana Bottai. Consegue il Diploma di Oboe e il Diploma di Pianoforte con il massimo dei voti, la lode e la menzione speciale “ad honorem”. Si è lasciato assorbire completamente dall’attività didattica, ed è impegnato nella valorizzazione dei giovani musicisti. I suoi allievi risultano vincitori di Primi premi in Concorsi Pianistici Nazionali ed Internazionali. E’ chiamato a far parte delle giurie di Concorsi Pianistici e di Musica da Camera.  http://www.webalice.it/peruzzi.riccardo/

puccinelliNadia Puccinelli, inizia lo studio del pianoforte a sette anni sotto la guida della prof.ssa Alzira Pucci, in seguito sotto la guida della prof.ssa Rossana Bottai diplomandosi nel 1982 con dieci, lode e Menzione ad honorem  presso l’Istituto Musicale L. Boccherini di Lucca. Si  perfeziona con i  Maestri Daniel Rivera e Massimo Bertucci; frequenta i corsi di perfezionamento musicale tenuti dai pianisti: Jorg Demus, Paul Badura-Skoda, Tamas Vasary e Sergio Perticaroli. Ha ampliato le sue conoscenze musicali  attraverso lo studio del clavicembalo, diplomandosi nel 1995 presso il Conservatorio G. Puccini di La Spezia sotto la guida di Alda Bellasich, lo studio della composizione con Gaetano Giani Luporini e della Direzione d’orchestra con i Maestri Piero Bellugi, Aldo Faldi e Carlomoreno Volpini. Ha svolto attività concertistica sia come solista che in formazioni di musica da camera. Ha collaborato per molti anni con il Tenore Mario Pezzini, prematuramente scomparso, esibendosi in concerti dedicati alle arie da camera italiane ottenendo ovunque calorosi consensi. Dal 1989 è docente di ruolo per l’insegnamento di Pianoforte  Principale che attualmente insegna presso l’Istituto di Alta Cultura Musicale “Luigi Boccherini” di Lucca.

Pianista, Compositore, didatta, ha conseguito il Diploma di Pianoforte al “Mascagni” di Livorno (1980) e il Diploma di Composizione al Conservatorio di Firenze (1985) con il massimo dei voti. Ha svolto attività pianistica ottenendo premi e riconoscimenti, partecipando a stagioni liriche e frequentando come effettivo corsi internazionali di perfezionamento. Ha conseguito numerosi premi ed esecuzioni delle proprie opere in Concorsi Internazionali di Composizione, Concerti, Eventi culturali, RAI, Teatri, Eventi internazionali. È titolare di uno Studio di Produzione Musicale con cui ha composto e prodotto musiche e colonne sonore per: Filmati Istituzionali (Protezione Civile Italiana, Musei nazionali, APT toscane, Azimut Benetti Yachts, ecc.); Fiction (“Scacco al Re” andato in onda su RAITRE); Musical (“Un mondo Ideale” rappresentato a Lucca, Roma, Assisi e vincitore del 1° Premio “Scuola strumento di pace” del M.P.I.) in collaborazione con Loreta Siderman; Eventi Internazionali (Le sue musiche sono state scelte come rappresentanza della creatività artistica italiana alla manifestazione “La Dolce Vita”, svoltosi a Londra nel 2007); Stagioni Teatrali (“Il Quinto Vangelo”, musica di scena su Testo di P. Giorgetti, “Trittico romano in musica” su testo di Papa G.Paolo II, “Eco Stabat”, musica di scena sulle meditazioni del poeta Mario Luzi – Ed. Vaticana). Il suo brano “Puccini” (ispirato alla famosa Aria pucciniana “E lucevan le stelle”) ha vinto il 1° Premio al Concorso “L. Norfini 2008”, aggiudicandosi anche ulteriori 3 Premi dalla Giuria giudicante: Miglior Musica, Miglior Testo e Miglior Arrangiamento. I suoi brani “Puccini” e “Sopravento” hanno ricevuto la “Honorable Mention” al Concorso Internazionale di Composizione Statunitense “Song of the Year”, giudicati da membri di Warner Music, Universal, EMI, Sony Music Nell’A.A. 2015/2016 ha prestato docenza preso il Master MAI (Musica Applicata all’Immagine) per le materie di Orchestrazione Virtuale Midi & Sequencing, Editoria Musicale, Musica per il commercial, Tecniche di Registrazione, Gestione delle fasi di post-produzione. Nel 2017 ha composto insieme al collega M° Mazzoli la colonna sonora Live del film muto Storia di erbe fluttuanti (1934) del maestro giapponese Yasujiro Ozu. Esecuzione al museo del cinema MAXXI di Roma e al Lucca Film Festival e Europa Cinema.

FOto AlcideSimone Soldati  è nato a Lucca nel 1968.  Si è formato con Francesco Cipriano diplomandosi con il massimo dei voti e la lode ed è stato poi a lungo allievo di Andrea Lucchesini. Alla sua formazione hanno contribuito Maria Tipo, Alessandro Specchi, Dario De Rosa  (alla Scuola di Musica di Fiesole) e Konstantin Bogino.  Ha da sempre rivolto un particolare interesse alla musica d’insieme collaborando con artisti come Mario Ancillotti, Simone Bernardini,Mario Brunello,Enrico Bronzi,  Antonello Farulli,  Andrea Lucchesini, Alain Meunier, Andrea Nannoni,Franco Maggio Ormezowsky, Massimo Polidori, il Quartetto della Scala, Gabriele Ragghianti, Susanna Rigacci, Cristiano Rossi, Giovanni Sollima. Si ricorda poi – dal 2002 al 2013 – l’ esperienza nell’ Ensemble Nuovo Contrappunto  con i concerti con Moni Ovadia, Annie Ducros, Esperanza Fernandez, Milena Vukotic, Pino Caruso, Elio Pandolfi ed Ugo Pagliai. Simone Soldati ha lavorato poi con Lello Arena, Arnoldo Foà e  con Oreste Bossini,  Marcello Nardis e Sandro Cappelletto in progetti dedicati a Franz Schubert. Recentemente ha suonato in “Cantiere Opera” progetto del regista Francesco Micheli realizzato al Teatro Niccolini di Firenze con Elio delle Storie Tese. Per la sua discografia – in gran parte rivolta ai Compositori della sua città natale – ha ricevuto i complimenti di Riccardo Muti. Nell’agosto 2015 “Amadeus” ha pubblicato le Sonate per pianoforte e violino di Luigi Boccherini incise con il violinista Alberto Bologni.  In Italia è stato presente in prestigiose Stagioni tra cui  ricordiamo qui Bologna Musica Insieme e Bologna Festival, Novecento Musica a Milano,Associazione Scarlatti a Napoli, Amici della Musica di  Palermo, Amici della Musica di Perugia, I Concerti della Normale a Pisa, Istituzione Universitaria dei Concerti a Roma, Settembre Musica e Unione Musicale  a Torino, I Concerti del Quirinale di Rai Radio Tre,  Società dei Concerti di Parma, Società dei Concerti di Trieste, Fondazione Omizzolo Peruzzi a Padova,  Archivio Musicale Fano al Teatro La Fenice a Venezia. Con Natasha Korsakova  ha tenuto un concerto a Roma in Piazza del Campidoglio alla presenza del Presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano. All’estero si ricordano qui  il Tiroler Festspiele di Erl (grazie a Gustav Khun), il Berlin International Music Festival, la Great Hall dell’Università di Leeds, l’ Universidad Autonoma (UAM) e l’ Asociacion Boccherini di Madrid, l’Euro Bass 2016 a Praga. Ha fatto parte del Centro Tempo Reale fondato a Firenze da Luciano Berio e dalla Stagione 2014 è Direttore artistico dell’Associazione Musicale Lucchese per la quale ha ideato il Lucca Classica Music Festival. Dopo aver insegnato per quasi venti anni nei Conservatori di Cosenza, Salerno e Padova è oggi docente all’Istituto Superiore di Studi Musicali Luigi Boccherini di Lucca nell’ambito del quale,  dall’A.A. 2015/2016, è Direttore del Master MaDAMM in Management musicale e direzione artistica.

Nato a Soest (Germania), si è diplomato in Violino  con massimo dei voti e la lode sotto la guida del padre Antonio Ardinghi, all’Istituto Superiore Luigi Boccherini di Lucca e si è formato in Quartetto con violoncellista Franco Rossi(Quartetto Italiano) alla Fondazione Levi di Venezia. In seguito ha studiato principalmente con Franco Gulli ed ha seguito i corsi di Alto Perfezionamento Musicale a Saluzzo con Pierre Amoyal, Regis Pasquier, e Angelo Stefanato.  In Svizzera con Mirco Pezzini e Tibor Varga , a Novara con Maya Jokanovich ed  infine  all’Accademia Chigiana di Siena con Uto Ughi. Nel corso della sua carriera ha interpretato più di venti concerti per violino e orchestra passando dal periodo barocco Bach, Nardini, Tartini, Vivaldi ai classici Haydn, Boccherini, Chevalier de Saint George, Mozart, ai concerti di Beethoven e Brahms, collaborando con orchestre di varia nazionalità (italiane,  austriache, tedesche, bielorusse, rumene) e sotto la direzione di Dorel Murgu, Gianpaolo Mazzoli,  Wolfart Schuster, Mike Steurenthaler, Valerj Soroko, Fabio Pacciani, Marco Severi  ed altri. Suona in Duo con pianisti di fama internazionale come Bruno Canino, Hector Moreno, Leonardo Bartelloni. In tale formazione esegue tra l’altro l’integrale delle Sonate di Beethoven , Brahms , Schumann e Grieg. Recentemente si è esibito nel Concerto per 2 Violini di J.S.Bach con il celebre violinista Alessandro Cappone-membro dei primi violini  della Filarmonica di Berlino. Ha suonato tra l’altro per  Associazioni ed Enti come: Teatri Comunali di Bologna e L. Pavarotti di Modena, Madrid – San Lorenzo Escorial, Festival Internazionale di Alghero, Amici della Musica del Veneto,Gioventù Musicale d’Italia, Teatro G.Verdi di Pisa, Associazione Musicale Lucchese, Teatro Sociale di Rovigo,Terzo Suono di Bari, Amici della Musica di Montegranaro, Festival Romantiqua, Franci Festival di Siena, Musica Insieme di Bologna, Orchestra Bell’art Linz, Filarmonica di Stato di Satu Mare…. Come prima parte di Complessi Italiani  ha suonato in Francia, Inghilterra, Belgio, Germania  e Olanda toccando città come Londra , Parigi,  Monaco di Baviera, Anversa ed altre. Vincitore del Concorso Nazionale per le Cattedre di Violino nei Conservatori e Quartetto presso gli Istituti Musicali Superiori di Siena e Lucca. E’ docente  presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali “L.Boccherini” di Lucca. Ha inciso in CD  le Sonate di Grieg e Fauré in Duo con il pianista Bruno Canino per il quotidiano La Nazione e con il quale si è esibito a Copenaghen nel giugno 2016 in occasione della Settimana Internazionale della Cultura. Suona un violino Michel Eggimann 2005.

crestiRenzo Cresti è docente di Storia della musica presso il Conservatorio di Lucca (dove è stato anche direttore e dove tiene un corso di Storia del jazz). Come musicologo ha scritto o curato oltre 40 libri, fra i quali si ricordano l’ipertesto didattico La vita della musica (VI ed. Panzano in Chianti 2008), l’Enciclopedia italiana dei compositori contemporanei (3 voll., 10 cd, Napoli 2000), L’arte innocente, con cdrom (Milano 2004), Firenze e la musica italiana del secondo Novecento (Premio Firenze 2005), Puccini e il Postmoderno con English Version e in traduzione giapponese, inoltre una lunga serie di monografie sui grandi compositori italiani (molti autori gli hanno dedicato loro composizioni e il suo archivio sulla musica contemporanea è fra i più importanti in Italia). È stato direttore della rivista «Il Pasquino Musicale» e della Collana I linguaggi della musica contemporanea (Milano 1990-2000, per la quale furono pubblicati 14 volumi); dal 2009 al 2012 ha diretto il Progetto musica per l’editore Del Bucchia (sono usciti 7 volumi). La sua monografia wagneriana, Richard Wagner, la poetica del puro umano, LIM, Lucca 2012, è uscita contemporaneamente anche in edizione inglese. Collabora con molte riviste anche straniere (tiene un rubrica fissa sulla rivista “FaLaUt”), alcuni suoi testi sono stati tradotti in inglese, tedesco, francese, portoghese, spagnolo e giapponese. È stato consulente del teatro del Giglio di Lucca, ideando, fra l’altro, Anfiteatro jazz (1994 e ancora in corso). Ha lavorato per molte importanti istituzioni, per diverse Università e con molti Conservatori, per la Biennale di Venezia, per il Maggio Musicale Fiorentino, per la Chigiana di Siena, per la RAI, per la Radio Svizzera Italiana etc. Fa parte di giurie di numerosi concorsi di composizione e di esecuzione (per molti anni è stato presidente del concorso Barga Jazz al quale ha dedicato anche un libro). Attivo conferenziere, è direttore artistico o consulente musicale di associazioni, rassegne e Ha al suo attivo anche racconti letterari e saggi di critica d’arte (il romanzo La terra che canta è stato finalista al Premio Pisa 1998). Il suo ultimo libro s’intitola Ragione e sentimenti nelle musiche europee dall’inizio del Novecento a oggi. Il suo sito web è www.renzocresti.com

Timpanista e percussionista, compie l’intero ciclo di studi sotto la guida del  M° A. Dulbecco diplomandosi  nel 1996 presso il Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Milano; si perfeziona in seguito con David Searcy, Jonathan Scully e Mike Quinn. La formazione si completa con due anni di “Music post graduate” al Conservatorium “Van Amsterdam” in Olanda dove si diploma con i M° Marinus Komst, Nick Woud e Jan Pustjens. Vincitore di concorso, è stato nel 2003 timpanista dell’Orchestra Sinfonica “Haydn” di Trento e Bolzano. Dal 2006 collabora regolarmente con il Teatro alla Scala e la Filarmonica della Scala sotto la direzione di D. Barenboim,  G Pretre,  M. W. Chung, L. Kavakos e L. Maazel. Collabora inoltre con ,  il Teatro” La Fenice” di Venezia, il Teatro Lirico di Cagliari, il Teatro dell’ Opera di Roma, l’Orchestra “Arturo Toscanini” di Parma, il Teatro Carlo Felice di Genova, l’ Orchestra Regionale Toscana ,“I Pomeriggi Musicali di Milano”, suonando sotto la direzione di prestigiosi direttori d’orchestra quali C. Abbado, R. Muti, R.Chailly, S. Ozawa, W. Sawallisch, Y. Temirkanov, V. Gergiev,, G. Sinopoli, P. Boulez. All’esperienza concertistica accompagna l’attività didattica tenendo masterclass in Italia ed in Spagna, in particolare sulla didattica dei timpani in ambito orchestrale. Ha  insegnato presso il Conservatorio di Musica “G. Verdi” di Milano e attualmente  insegna presso il Conservatorio di Musica “L. Boccherini” di Lucca  strumenti a percussione. Vincitore di concorso, dal 2004 è timpanista del Maggio Musicale Fiorentino sotto la guida del M° Zubin Mehta.

Paolo Pacini ha iniziato il proprio percorso musicale con il padre Luigi che lo indirizza verso lo studio del pianoforte e dell’organo. Ha proseguito gli studi a livello accademico presso i Conservatori Statali “Luigi Cherubini” di Firenze e “Giuseppe Verdi” di Milano, diplomandosi in Organo e Composizione Organistica (1992), Musica Corale e Direzione di Coro (1996), Composizione Polifonica Vocale (2000) e Strumentazione per Banda (2001). Ha seguito corsi di perfezionamento sulla Letteratura per Organo tedesca, francese, italiana e spagnola tenuti dai maestri Harald Vogel, Michael Radulescu, Jaques van Oortomerssen, Michel Chapuis, André Isoir, Luigi Ferdinando Tagliavini, Stefano Innocenti, Alfonso Fedi e Josè Luis Uriol. Ha frequentato inoltre il corso di improvvisazione organista tenuto da Liuwe Tamminga, i corsi di Pedagogia Musicale Attiva tenuti da P. G. Addhal, i seminari di Direzione di Coro tenuti da Fabio Lombardo, Paolo Rosati, Giovanni Acciai, Alberto Donini e Diego Fasolis. Nel 1995 ha vinto una borsa studio che gli ha permesso di frequentare il corso di perfezionamento in Musicista Esecutore di Musica Barocca, organizzato dalla Regione Toscana, con i docenti Francesco Cera, Stefano Bet e Nanneke Schaap. Ha svolto concerti come organista solista, basso continuista, artista di coro, direttore di coro, concertatore e direttore di ensemble vocali/strumentali, prediligendo il repertorio rinascimentale e barocco. Impegnato nelle attività di ricerca e di studio di partiture inedite antiche, con particolare attenzione alle opere del musicista Giacomo Carissimi, ha pubblicato i propri lavori per diverse case editrici: Casa Musicale Eco (“Primo libro di Mottetti” di G. Carissimi, “Secondo libro di Mottetti” di G. Carissimi, “Terzo libro di Mottetti” di G. Carissimi, Missa “Sciolto havean dall’alte sponde” di Giacomo Carissimi), Edizioni Musicali Esarmonia (“Sacri Concerti Musicali” di Giacomo Carissimi – Volume I, II, III), Edizioni Cappella di San Rufino di Assisi (“Tastata” di Giacomo Carissimi, “Toccata” di Giacomo Carissimi), A.M.I.S – Antiquae Musicae Italicae Studiosi – (“Sonata n° 7”, “Sonata n° 8” di G. P. Colonna), Edizioni Musicali EurArte (“Composizioni per Organo di G. B. Martini” – Volume I, II, III, IV, V, “Opera teorico e pratica per organo” di autore anonimo del XVII secolo), “Quadrivium” – rivista musicologia dell’Università di Bologna (“Ars Cantandi” di G. Carissimi e “Wegweiser” di autore ignoto, entrambi pubblicati anche per la rivista musicologica A.M.I.S). Ha registrato proprie composizioni per le Edizioni Reg. Studio S.N.C (due liriche per canto e pianoforte “Le foglie dei Sensi” e “Fruscii”), le Edizioni M. A. P. (“Cantate Alpini”, su testo anonimo dell’inizio del XX sec., “Il testamento del capitano”, una elaborazione dell’omonimo canto popolare alpino) e le Edizioni Reg. “Studio dell’Artigiano” (“Maremma amara” – una elaborazione dell’omonimo canto popolare toscano). Esortato ed incoraggiato dal padre Luigi, ha da sempre affiancato all’attività concertistica e di ricerca, quella didattica: oltre ad insegnare dall’a.a. 2014/15 Teoria, Ritmica e Percezione Musicale presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali “L. Boccherini”, è docente dall’a.s. 2013/14 presso il Liceo Musicale “N. Forteguerri” di Pistoia per le materie di Teoria Analisi e Composizione ed Esercitazioni Corali. Attualmente ricopre gli incarichi di direttore artistico e musicale presso le associazioni culturali La Voce delle Muse” e “Corale Polifonica Terra Betinga”: con la prima, dall’anno 2008, è impegnato nella riscoperta e valorizzazione del repertorio vocale rinascimentale e del primo barocco, con la seconda, dall’anno 2010, promuove la cultura corale dall’età scolare all’età adulta coinvolgendo oltre 800 coristi (2 cori di voci bianche, il Coro Polifonico degli adulti e numerose attività laboratoriali nelle scuole primarie e secondarie di secondo grado).

DONATO DE SENA dal 1991 è prima tromba solista dell’O.R.T. – Orchestra della Toscana. Diplomatosi presso il Conservatorio “S.Cecilia” di Roma, ha studiato con Sandro Verzari ed in seguito con Claude Rippas al Musikhochschule di Zurigo.  Ha collaborato con le principali orchestre italiane (Teatro dell’Opera di Roma, Accademia di S. Cecilia, Orchestra Sinfonica della RAI di Roma, Milano e Torino, La Fenice di Venezia, Comunale di Firenze). Per la RAI-RADIOTRE ha eseguito la prima esecuzione assoluta di “Selim” – omaggio a Miles Davis per tromba ed orchestra di Ludovico Einaudi, la Cantata BWV 51 di J. S. Bach per tromba, soprano ed orchestra (con Fabio Biondi ed Eva Mei), il concerto di Haydn per tromba ed orchestra e l’ “Histoire du Soldat” di Stravinskij in diretta dal “Ravenna Festival”. La sua attività solistica, cameristica ed orchestrale lo ha portato ad esibirsi nei più importanti festivals italiani e stranieri (Albania, Argentina, Austria, Belgio, Brasile, Cile, Francia, Germania, Giappone, Hong Kong, Inghilterra, Olanda, Russia, Spagna, Stati Uniti, Svizzera, Tunisia, Uruguay). Ha collaborato per alcuni anni con l’A.M.I.T. e con l’Unione Musicisti di Roma per le registrazioni delle più importanti colonne sonore di films (Morricone, Piovani, Trovajoli, Simonetti, Lucantoni, Frizzi). E’ stato docente di tromba presso i Conservatori di musica di Vibo Valentia, Livorno, Adria e Firenze. Attualmente è docente di tromba e musica da camera per ottoni presso l’istituto Superiore di Studi Musicali “L. Boccherini” di Lucca ed è anche docente per le stesse materie presso la scuola di musica di Fiesole. Dall’agosto 2002 è invitato dall’Accademia Musicale Chigiana in qualità di Maestro Assistente per collaborare con la classe di composizione di Azio Corghi. Dal 2004 ha iniziato una collaborazione con l’Orchestra Giovanile Italiana a Fiesole tenendo delle Masterclass di perfezionamento per la sezione trombe dell’Orchestra. In formazioni orchestrali e cameristiche ha registrato per la Emi, Ricordi, Chandos, Agorà, Gallo, Frame, Arts, mentre da solista ha inciso il raro concerto di Francesco Biscogli per tromba, oboe, fagotto ed orchestra (per l’etichetta Bongiovanni) e il CD per tromba sola e tromba e pianoforte dedicato alla forma “Fanfara” (per Materiali Sonori); per l’etichetta Azzurra un CD con la registrazione delle “Sei sonate op. due” per violoncello e basso continuo di Alessandro Marcello elaborate per flicorno ed organo e sempre per la stessa casa discografica due CD, “Gli Ottoni al Cinema“, con il “Quintetto di ottoni e percussioni della Toscana”, con tutti suoi arrangiamenti.  Ha collaborato con la casa editrice Artemixta di Firenze per la pubblicazione di arrangiamenti per soli ottoni. Donato De Sena è testimonial artistico per l’Italia di trombe YAMAHA.

Ha studiato viola all’Istituto musicale L.Boccherini di Lucca sotto la guida di Olinto Barbetti diplomandosi col massimo dei voti. Si è perfezionato in viola e quartetto d’archi con Piero Farulli, alla scuola di musica di Fiesole. Ha seguito corsi di Musica da camera con P.Vernikov , K.Bogino, A.Liebermann, D.De Rosa e G.Garbarino (repertorio contemporaneo). Contemporaneamente alla viola si è dedicato allo studio della composizione con i maestri: L.Borlenghi, G.G. Luporini, C.Prosperi e G.Manzoni (corso triennale di composizione alla scuola di musica di Fiesole). L’attività di Valenti, dopo una breve parentesi di orchestra (vincitore di concorso presso l’orchestra A.I.D.E.M di palazzo Pitti Firenze) si svolge nel settore cameristico e solistico. Ha eseguito per gli incontri culturali di Codice 602, “Sorella Viola”  per viola sola, composizione ancora inedita del Maestro Gaetano Giani Luporini. Valenti è titolare della cattedra di Viola presso l’Istituzione di alta cultura “ISTITUTO MUSICALE L. BOCCHERINI” di Lucca, nel cui contesto tiene anche un corso di  “tecnica creativa e improvvisazione” da lui stesso ideato.

bologniDiplomatosi al Conservatorio Cherubini di Firenze con il massimo dei voti e la lode e ottenuto in seguito il diploma di solista al Conservatorio di Rotterdam , Alberto Bologni deve la sua formazione al contributo di  alcune fra le più celebrate tradizioni violinistiche europee: Sandro Materassi  ha fatto da tramite con la scuola veneta di Giulio Pasquali e quella tedesco-ungherese di Jeno Hubay mentre Stephan Gheorghiu e Ilya Grubert  gli hanno trasmesso gli insegnamenti della scuola russo-sovietica di Oistrack e Kogan. Appassionato di arte, cinema e letteratura, la sua curiosità intellettuale lo ha reso uno dei violinisti più versatili della sua generazione. Alberto Bologni affronta infatti un repertorio solistico e da camera che affianca ai capolavori più noti rarità e riscoperte nonché una nutrita serie di composizioni di autori contemporanei, spesso a lui dedicate o da lui commissionate, esibendosi regolarmente nei maggiori centri italiani ed europei. Autore del dialogo teatrale “Goldoni e Haydn ovvero dell’arte della conversazione”, ha inoltre composto le cadenze ai concerti per violino di Mozart, Haydn, Viotti (n.22) e Paganini (n.1). Le sue registrazioni discografiche sono state molto apprezzate dalla stampa specializzata italiana e anglosassone. E’ titolare della cattedra di violino dell’ISSM Luigi Boccherini di Lucca e collabora con alcune università statunitensi. Suona un Santo Serafino del 1734, ex Cesare Ferraresi.

_mg_8388_3Luca Celoni, diplomato in violino all’Istituto Musicale L. Boccherini di Lucca con il massimo dei voti sotto la guida del Prof. A. Ardinghi. Ha seguito i corsi di perfezionamento alla scuola di musica di Fiesole con i Maestri G. Principe, C. Chiarappa, A. Baldovino, F. Petracchi e quelli di Pescaglia con il Maestro P. Vernikov. Vincitore del concorso” Città di Stresa “nella categoria” duo per archi” e secondo classificato nella categoria“ archi e pianoforte “nell’anno 1985. Ha vinto inoltre il concorso per violino di fila nell’ “ORT” e quello per spalla dei secondi violini nell’orchestra del Teatro del Giglio di Lucca con la quale ha collaborato anche come violino di spalla. Ha suonato con diverse orchestre tra cui quella del “ Maggio Musicale Fiorentino, della RAI di Torino, del Teatro Regio di Parma, l’ O.R.T, della Radio Svizzera di Lugano e l’Orchestra del Festival Pucciniano dove ha suonato anche come primo violino e spalla dei secondi violini. E’ stato insegnante di violino al Conservatorio A. Vivaldi di Alessandria nell’anno 1984/85. Dal 1985 è docente della cattedra di violino all’Istituto Musicale L.Boccherini di Lucca. E’ tra i fondatori dell’Associazione “Orchestra da camera L. Boccherini” di cui è anche presidente e primo violino, con la quale ha inciso tre cd: per la Phoenix con musiche di L Boccherini, D.V.M. Puccini e W. A Mozart che lo vede solista insieme ad A. Bologni e C. Benvenuti.  Per la Multipromo con musiche di L. Boccherini e W: A. Mozart.; Per l Punctus con la direzione del M° H. Handt “Il Messia” di G. F. Haendel. Con l’Orchestra ha collaborato con diversi musicisti di fama internazionale tra come M. Quarta, R. Filippini, F. Cusano, L. Bartelloni, C. Rossi, A. Nannoni, A. Tacchi, F. Maggio Ormezowsky. M. Pietrodarchi. Svolge un intensa attività cameristica in varie formazioni partecipando a diverse manifestazioni in Italia e all’estero.

Violoncellista, allievo di G. Bacchelli, si perfeziona con A. Baldovino, proseguendo la sua formazione strumentale con K. Georgian ( allieva di M. Rostropovich e Primo Premio al Concorso Ciaykowskj di Mosca) A. Meunier, A. Lieberman (allievo di N.Gutman), Ch. Henkel (primo violoncello dei Berliner Philarmoniker ed assistente di J. Starker). Frequenta i corsi di musica da camera tenuti dal Trio di Trieste, da M. Jones, B.Rigutto, D. Asciolla, F. Rossi, G. Garbarino e P.Farulli. Vincitore della rassegna dei Conservatori Italiani, del Premio Città di Stresa, del Concorso Internazionale di Pordenone, Concorso Internazionaledi Caltanissetta, del Concorso Internazionale di Musica da camera di Portogruaro, ha collaborato con orchestre quali l’AIDEM, l’ORT, l’OGI, il Maggio Musicale Fiorentino e, in qualità di primo violoncello Solista, ha suonato con l’Orchestra da Camera Fiorentina, l’Ensemble Strumentale Europeo, l’Orchestra da Camera di Fiesole. Ha registrato per Radio Montebeni ed inciso per la Dinamics di Genova. In duo con pianoforte ed in altre formazioni ha tenuto numerosi concerti per l’Estate Fiesolana, la Stagione della Scuola Normale di Pisa, gli Amici della Musica di Pistoia. Ha insegnato per quasi 10 anni presso la Scuola di Musica di Fiesole ed è titolare della cattedra di Violoncello presso l’Istituto Musicale Pareggiato “L. Boccherini” di Lucca dal 1985. Svolge la sua attività concertistica prevalentemente in trio con i suoi fratelli nel trio Maffei.